Auto elettrica, diesel e benzina, tornano gli incentivi: ecco quanto si può chiedere

Tornano gli ecobonus e gli incentivi per veicoli sostenibili, compatibili anche con l’acquisto a rate. Previsto sostegno ulteriore per reddito Isee basso. Ecco quanto fino a quanto si può richiedere.

ecobonus auto 2021 - meteoweek
Ecobonus auto 2021 – meteoweek

Come già affrontato in precendenza, nel nuovo disegno di Legge sono stati inclusi dal Governo diversi incentivi, detrazioni e bonus per fronteggiare quanto più efficacemente la crisi economica provocata dall’emergenza sanitaria. Tra questi, si contano i bonus relativi alle auto elettriche e diesel, così come anche gli ecobonus. Come spiegano da Il Sole 24 Ore, ricalcando quando già introdotto ad agosto 2020 con il decreto Rilancio, la manovra 2021 ricalca l’ampliamento dei bonus con qualche piccola limatura.

Il Bonus auto sostenibili

Nella Manovra di Bilancio sono stati stanziati 250 milioni di euro per il termico euro 6 relativi agli acquisti fino al prossimo giugno 2021. Altri 120 milioni, invece, sono stati stanziati per l’elettrico fino agli acquisti di dicembre 2021, e altri 50 milioni per i veicoli commerciali. Il Governo ha dunque disposto di un bonus del 40% legato a quelle che sono le  “auto sostenibili“, incentivo che sarà destinato a tutti cittadini dal reddito Isee inferiore a 30mila euro. Questo, chiaramente, a patto che il prezzo del veicolo acquistato non superi la stessa cifra. Si sottolinea, comunque, che tale bonus non sarà cumulabile con l’Ecobonus.

Gli Eco-Incentivi

Il totale per la seconda fase di agevolazioni datata 2021 ammonta a 420 milioni, che verranno suddivisi in tre fasce di emissione di anidride carbonica: 0-20 g/km, 21-60 g/km e 61-135 g/km. In questo caso, anche per i contratti d’acquisto firmati nel 2021 resta valido l’eco-bonus 2019-2021 previsto dalla legge 145/2018. Validità che si attua sia alle persone fisiche che a quelle giuridiche, e conta gli acquisti il leasing di vetture nuove con prezzo di listino fino a 50mila euro, Iva esclusa.

LEGGI ANCHE: Sfratti bloccati, “grido d’aiuto” dei proprietari: no risarcimento, ma per molti quei soldi sono indispensabili

L’incentivo, a seconda delle tipologie di veicoli, si attesta a:

  • 1.500 se le emissioni di CO2 sono comprese tra 21 e 60 g/km, senza rottamazione;
  • 2.500 se le emissioni di CO2 sono comprese tra 21 e 60 g/km, e se si rottama una Euro 4 o inferiore intestata da almeno 12 mesi;
  • 4mila euro nella fascia 0-20 g/km, senza rottamazione;
  • 6mila euro nella fascia 0-20 g/km con rottamazione.

LEGGI ANCHE: Capodanno delle vedove Covid, palloncini bianchi coi nomi dei mariti scomparsi: “Solo insieme superiamo il dolore”

Fino all’esaurimento dei fonti e per tutto l’anno, inoltre, tali bonus vengono irrobustiti di 2mila euro in caso di rottamazione di un’auto fino a Euro 5, che sia stata immatricolata prima del 1° gennaio 2011 (mille euro senza rottamazione). Inoltre, gli ecobonus previsti per questo 2021 avranno piena compatibilità con l’acquisto a rate, con l’acquirente che può estinguere o surrogare il finanziamento in qualsiasi momento senza penali.