Edoardo Vianello piange la figlia morta: “È una catastrofe”

Ospite del programma Storie Italiane per raccontarsi Edoardo Vianello, noto cantante degli ’50 e ’60 è tornato in tv dopo un periodo d’assenza dovuto a problemi di famiglia. Vianello ha prima rivelato la sua posizione su un argomento d’attualità come i vaccini affermando che è necessario farlo perchè affidarci alla scienza è l’unica ancora di salvezza e poi ha ricordato drammaticamente la morte della figlia Susanna.

Edoardo Vianello Meteoweek

Edoardo Vianello: “Vaccinarsi? Penso che vada fatto!”

Il cantante sottolinea il bisogno di credere nei medici e nel loro sapere a occhi chiusi, non è possibile dubitare di una ricerca che ha coinvolto staff di scienziati in tutto il mondo:Penso che vada fatto il vaccino. Se non ci fidiamo della scienza non abbiamo altre ancore di salvataggio. Ci hanno studiato tantissimo persone, lo stanno utilizzando milioni di persone e non ci sono effetti negativi.” Vianello ha anche aggiunto che non vede l’ora di vaccinarsi e l’unica incertezza in merito all’argomento è legata soprattutto al fatto che non si conoscano i tempi e che l’organizzazione messa in atto non sembra poi così efficiente: “Quando andiamo in pronto soccorso o all’ospedale ci affidiamo a chi ne sa più di noi, affidiamo la nostra vita a un medico. Io sono favorevolissimo e non vedo l’ora, il problema è quando verremo vaccinati e se ci sono le persone adatte a vaccinarci”.

Il cantante d’Abbronzatissima e di tantissimi altri successi degli anni ’60 ha poi ricordato la figlia Susanna scomparsa lo scorso Aprile in pieno lockdown. Un morte quella della ragazza decisamente inaspettata di cui oggi Vianello ne parla in modo quasi distante. Il cantante è addolorato e non crede che sia accaduto veramente, ci sono giorni che attende la chiamata della figlia e altri in cui si convince che Susanna è morta a causa del Covid, cosa non vera: “È stato inaspettato. Non c’erano stati segnali. Una catastrofe sulla mia vita così pesante non me l’aspettavo, difficile da mandare giù. La sento sempre con me. Aspetto sempre la sua telefonata. È come se fosse una cosa raccontata da altri ma non avvenuta. Noi ci vedevamo sempre per le partite di calcio, era romanista come me, era una scusa per pranzare assieme.”

Edoardo Vianello Meteoweek

LEGGI ANCHE ———–>Edoardo Vianello: chi è la moglie Elfrida, bellissima donna di origine albanese?

Edoardo Vianello: “Aspetto sempre una telefonata di mia figlia”

Edoardo Vianello dopo mesi non ha accettato la morte della figlia Susanna, una morte arrivata improvvisamente di cui non riesce a farsene una ragione. L’artista ha commosso lo studio di Storie Italiane, non ha trattenuto le lacrime nel parlare della figlia la cui assenza è legata soprattutto al periodo del lockdown momenti difficile per tutti, ma per lui quasi impossibile da superare:“La sua morte è avvenuta assieme alla pandemia. C’è stata una rivoluzione totale nella vita e io faccio finta che sia colpa della pandemia, è l’unico modo per sopravvivere”.

LEGGI ANCHE ———–>Edoardo Vianello ricorda la figlia scomparsa: “Nemmeno l’ultimo saluto”

Edoardo Vianello ha poi rivelato che una luce nella sua vita c’è e riguarda il nipote, un ragazzo di 23 anni che gli da tanta gioia: ““Ha 23 anni, ci dà la forza di andare avanti”. Per Vianello il ragazzo è un motivo per andare avanti, ma il vuoto lasciato dalla scomparsa di Susanna non è colmabile.