Michael Jackson aveva altri progetti: rivelato il suo diario segreto

A distanza di più di 10 anni dalla sua morte, Michael Jackson torna a far parlare di sé attraverso le pagine del suo diario.

Michael Jackson
Photo credits: Carl de Souza – Getty Images

Il 25 giugno di 12 anni fa ci lasciava il re del pop. Appena 18 giorni prima dall’inizio dei concerti di Londra, mentre si trovava in una villa presa in affitto a Holmby Hills a Los Angeles, Michael Jackson fu trovato morto per arresto cardiaco in seguito a un’intossicazione acuta da propofol, un potente anestetico.

LEGGI ANCHE: Robin’s Wish | il toccante documentario dedicato alla vita del celebre attore

La sua scomparsa prematura ha lasciato un posto che ancora oggi rimane vuoto nel panorama musicale mondiale, per non parlare del dolore che tuttora provano milioni e milioni di fan in ogni angolo della terra. Sulla sua morte si sono susseguite innumerevoli e spesso fantasiose congetture, di cui tutti ricorderanno la più famosa secondo la quale in realtà il celebre cantante ha soltanto finto la propria morte. Tutto per trascorrere il resto della sua vita in tranquillità, a godersi i frutti del suo successo, nascosto agli occhi di tutti. Non è certo la prima volta che vengono avanzate simili teorie quando a lasciarci sono grandi celebrità. Lo stesso è avvenuto anni prima con la morte di Elvis Presley.

La vendita della villa di Michael Jackson

Neverland

Tuttavia, nonostante siano ormai passati più di 10 anni dalla sua scomparsa, negli ultimi tempi Michael Jackson è tornato a far parlare di sé. Innanzitutto con la vendita della sua famosa villa “Neverland”. Situata a Los Olivos, a circa 193 km a nord di Los Angeles, la proprietà si estende per più di 1000 ettari. Michael Jackson l’aveva acquistata nel 1988 per 19,5 milioni di dollari e l’aveva chiamata Neverland Valley Ranch dal nome originale dell’Isola Che Non C’è di Peter Pan. Pochi mesi fa, secondo il Wall Street Journal, la proprietà è stata venduta a 22 milioni di dollari a Ron Burkle.

Il diario segreto del re del pop

Ma la notizia sensazionale è un’altra. Il popolare giornale inglese “The Mirror” ha infatti pubblicato in esclusiva alcuni estratti del diario segreto della pop star. Dalle pagine scritte di suo pugno si legge di un suo piano per diventare “il primo intrattenitore, attore e regista multimiliardario”. Michael Jackson, nonostante il grandioso successo, non voleva occuparsi più soltanto di musica ma si era prefissato un ulteriore obiettivo: arrivare ad eguagliare Charlie Chaplin e Walt Disney, due dei suoi più grandi miti.

Michael Jackson sul palco
Photo credits: Francis Sylvain – Getty Images

Il suo progetto ambizioso prevedeva una stretta collaborazione con il Cirque Du Soleil e un contratto con la Nike. Ma non solo: il suo desiderio era quello di arricchirsi ulteriormente. Sul suo diario, infatti, si legge: “Non voglio firmare assegni al di sotto dei 5.000 dollari”. Il suo scopo era quello di raggiungere il guadagno di 20 milioni di dollari a settimana, non un dollaro in meno.

LEGGI ANCHE: Michael Jackson: le dichiarazioni shock poco prima di morire

Per di più, dalle sue pagine si evince una certa diffidenza nei confronti dei suoi consulenti, diffidenza probabilmente maturata negli anni. Lui stesso scrive: “Assumerò nuovi commercialisti e avvocati di cui possa veramente fidarmi”. Che uno dei suoi in realtà facesse gli interessi di qualcun altro? O che agisse alle spalle di Michael Jackson? Purtroppo non lo sapremo mai, di certo il re del pop non aveva intenzione di arrestare così presto la sua carriera.