Picchiava i senzatetto e spaventava i coetanei: fermata baby-gang

Sono state emesse cinque misure cautelari nei confronti della baby-gang che da fine maggio a fine settembrepicchiava senzatetto e terrorizzava giovani coetanei. Il gruppo era formato da 9 ragazzi di età compresa tra i 14 e i 16 anni. Teatro di queste violenze, Siena. Per quattro dei presunti appartenenti al gruppo, la magistratura minorile ha disposto il «collocamento in comunità» mentre per gli altri componenti «la permanenza domiciliare». La Questura di Siena ha spiegato che queste misure hanno colpito i «minori più pericolosi». Gli altri indagati, invece, sono stati collocati in comunità site in diverse zone d’Italia. Questi ultimi dovranno, inoltre, rispondere di «associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati. Tra questi due rapine e un furto, nonché del delitto di lesioni personali aggravate, in occasione di un pestaggio di un senzatetto». L’inchiesta è stata condotta dalla Squadra Mobile di Siena guidata da Antonio Sangermano. Le prime perquisizioni risalgono al mese di novembre quando furono sequestrati tablet e cellulari.

LEGGI ANCHE: La rivelazione choc su Maria Chindamo, l’imprenditrice scomparsa: “È stata uccisa e data in pasto ai maiali”

Uno dei giovani appartenente alla baby-gang è stato ritrovato a Perugia. Il 15enne, infatti, a fine settembre si è trasferito a casa della nonna. La data del suo trasferimento coincide proprio con il termine delle violenze denunciate a Siena nei mesi passati. Violenzedefinite «impressionanti» e che sono state catturate dalle telecamere.