Muore cadendo dal balcone per scappare dalla Polizia

E’ successo a Roma, in via dei Due Ponti nella notte tra il 4 e il 5 gennaio durante una perquisizione della Polizia. Ad essere caduto dal terrazzo dell’appartamento è un cittadino dello Sri Lanka di 36 anni. L’uomo, incensurato, lavorava come domestico e i vicini lo ricordano come una persona gentile e per bene.

La fuga e la caduta nel vuoto

All’interno del locale, però, si trovava anche l’uomo di 36 anni, il quale forse spaventato dalla vista dei poliziotti ha tentato la fuga. Ha quindi tentato di raggiungere il suo appartamento dalla terrazza. Qualcosa, però, non è andato come previsto e l’uomo è precipitato, scivolando sullo stendino. La donna arrestata ha commentato così l’accaduto: «Lui ha avuto paura, è voluto fuggire. Era convinto di poter essere arrestato». Racconta, inoltre, che l’uomo era solito raggiungere casa sua dalla terrazza dell’appartamento. Escluso qualsiasi tipo di coinvolgimento della Polizia come testimoniato da chi era nei pressi del luogo dell’incidente i quali hanno visto il domestico scavalcare da solo e cadere poi nel vuoto.

LEGGI ANCHE: Incidente sul lavoro a Verona: operaio stritolato dalla macchina agricola

Le indagini

Il tutto è iniziato con un controllo di routine svolto dalla Polizia. Gli agenti avevano fermato poco prima un 17enne di origini dominicane con 20 grammi di cocaina addosso. Iniziano le indagini e le perquisizioni che portano i poliziotti a arrestare una donna, anche lei dominicana. Nell’appartamento sono stati sequestrati 10 cellulari e quasi 6000 euro ricavati dallo spaccio di cocaina. Secondo gli investigatori è la donna a gestire il traffico.