Peter e Laura spariti nel nulla: caduti nel fiume o finiti sotto la frana dell’hotel Eberle?

Peter e Laura spariti nel nulla: caduti nel fiume o finiti sotto la frana dell’hotel Eberle? Tutte le ipotesi, sono scomparsi da lunedì

Laura e Peter-Meteoweek.com

 

Peter Neumair, 63 anni e Laura Perselli, 68, sono spariti nel nulla da lunedì sera. Della coppia di docenti di Bolzano non c’è traccia, e i telefoni sono spenti. Ieri i carabinieri hanno cercato in tutta la città servendosi anche delle unità cinofile ma niente. Le celle dei loro telefonini agganciano il centro di Bolzano e potrebbero essere partite da qualunque punto del posto.

Inizialmente l’ipotesi era che potessero essere scappati a causa di debiti, ma a quanto pare si tratta di due persone benestanti che non hanno mai parlato di problemi economici. Tuttavia i carabinieri stanno passando al setaccio liste di passeggeri di aerei, autobus ecc. Esclusa anche l’ipotesi di un suicidio, poiché Peter e Laura non avevano problemi di depressione. Da poco tempo, Laura aveva vinto una brutta malattia e aveva anche celebrato, qualche giorno fa, il rientro a casa della sua mamma che a lungo era stata in ospedale.

Leggi anche:—>Basilio si vaccina a 103 anni, ma gli haters lo attaccano:”Inutile farlo a lui”

Peter e Laura, tutte le ipotesi sulla loro scomparsa

unità cinofile-Meteoweek.com

L’ipotesi che al momento sembra essere più vicina alla realtà è quella che i due potrebbero essere finiti sotto le macerie della grande frana che martedì si è abbattuta sull’hotel Eberle. Si tratta di un hotel raggiungibile percorrendo la passeggiata di Sant’Osvaldo, la cui entrata è vicina alla villa dei due coniugi, e che però è chiuso per restrizioni anti Covid. Tuttavia, il sentiero continua a essere piuttosto frequentato. Nei prossimi giorni continueranno le ricerche, ma a quanto pare è improbabile che Peter e Laura siano usciti di casa senza i cellulari, spenti da lunedì sera, quindi dalla sera prima della frana che ha quasi distrutto l’hotel.

Leggi anche:—>Vaccino, non si potrà scegliere quale siero farsi iniettare: Pfizer ai più deboli, Astra Zeneca ai giovani

Altra ipotesi, quella che possano essere caduti accidentalmente nel fiume, poi la corrente potrebbe aver portato i loro corpi a valle, ma attualmente le ricerche dei sommozzatori hanno dato riscontro negativo. Nel frattempo, la loro figlia Madé è tornata dalla Germania, dopo aver lei stessa fatto partire l’allerta contattando il fratello Benno che vive ancora in casa con i genitori. La ragazza si era accorta che i genitori non le rispondevano agli sms su whatsapp, quindi ha contattato subito fratello e zia, che a loro volta hanno avvertito i carabinieri. Tutti stanno indagando per comprendere cosa possa essere accaduto ai due coniugi.

Con molta probabilità, i due sono usciti a piedi, visto che bici e auto sono parcheggiate nel cortile della loro abitazione. Non è esclusa la pista aggressione: infatti la zona in cui i due risiedono è composta da molti sentieri che si intrecciano nel bosco. Qualche brutto incontro, magari con qualche balordo, potrebbe essere avvenuto anche se è piuttosto improbabile che siano usciti col buio per una passeggiata.