Capitol Hill, Donald Trump: “Non andrò all’insediamento di Biden”

Donald Trump non ci sarà, il 20 gennaio, quando il neo presidente eletto Joe Biden si insiederà alla Casa bianca.

Donald Trump non ci sarà, il 20 gennaio, quando il neopresidente eletto Joe Bidensi insedierà ufficialmente alla Casa Bianca. Il Presidente ancora in carica degli Stati Uniti è stato travolto dalle accuse dopo che dei rivoltosi di estrema destra e schierati apertamente a favore di Trump, hanno invaso Capitol Hillinterrompendo il Congresso. Prima di lui, erano stati tre i presidenti che, in tutta la storia degli Stati Uniti d’America, hanno disertato l’insediamento del successore, rompendo così una tradizione consolidata. Era accaduto tra già Andrew Johnson e Ulysses Grant, nel 1869. Ancora prima, lo aveva fatto John Adams che non partecipò all’insediamento di Thomas Jefferson. Poi, suo figlio John Quincy Adams, arrivato alla presidenza, disertò l’insediamento di Andrew Jackson. E ancora, nel 1974, Richard Nixon non assistette al giuramento del suo successore, Gerald Ford.

Leggi anche: Twitter chiude l’account di Trump che reagisce: “Non ci zittiranno”

La scia dei disertori viene così seguita da Donald Trump, che rompe la tradizione americana e manda all’aria il tradizionale passaggio di consegna alla Casa Bianca. Anche il vice presidente Mike Pence non ha ancora deciso se sarà presente alla cerimonia di insediamento di Joe Biden. In ogni caso, il 19 gennaio, il Repubblicano e sua moglie Melania lasceranno la Casa bianca.

Leggi anche: L’avvocato della Casa Bianca ha consigliato a Trump di dimettersi

Quanto all’ipotesi di impeachment, anche il senatore repubblicano Ben Sasse ha annunciato che prenderà in considerazione qualsiasi articolo di impeachment, convinto che il Presidente abbia violato il suo giuramento. Si è dimessa anche Alyssa Farah, ex capo della Comunicazione alla Casa Bianca, che ha chiesto a Donald Trump di prendere seriamente in considerazione le dimissioni, dopo aver abbandonato il ruolo a dicembre, non sostenendo la tesi di Trump sulle elezioni rubate. Intanto, secondo la Cnn, l’iter per la rimozione di Trump prenderà il via lunedì. Il voto potrebbe arrivare a metà settimana.