Categorie
Cronaca News

Immunità di gregge occorre molto altro tempo, il vaccino aiuta

É  vero che la quota di vaccinati nel nostro paese continua ad aumentare ma secondo gli esperti parlare di immunità di gregge è prematuro

Vaccino – Meteoweek.com

Per l’immunità di gregge serviranno settimane. Mesi. Ci sono posizioni più ottimistiche. Come quella di alcuni esperti italiani che sostengono che i primi effetti della massiccia campagna di vaccinazione si avranno entro l’estate. Ma dall’Organizzazione Mondiale della Sanità si invita di cautela.

Immunità di gregge, i tempi italiani

La campagna di vaccino nel nostro paese prosegue speditamente. Siamo a cavallo dei 750mila vaccini, si iniziano a fissare gli appuntamenti con i primi richiami. Nuove dosi del Moderna sono in arrivo e inizieranno a essere distribuiti a partire da domani. Ma parlare di una prima immunità di gregge – dicono gli esperti – è prematuro. Anche se l’Italia sta dimostrandosi molto sensibile e i numeri sono buoni.

Il commissario straordinario Domenico Arcuri invita alla prudenza: “Ci auguriamo tutti che entro la fine di gennaio l’Ema autorizzi anche il vaccino di AstraZeneca, ma la strada per arrivare all’immunità di gregge è ancora lunga e impone a tutti di non abbassare la guardia sulle misure di contenimento del virus”.

LEGGI ANCHE > Il 5% dei medici di base rifiuta il vaccino, rischio di dosi in avanzo e sprechi

Arcuri “Vaccinare a tappeto”

Qualcuno ieri ipotizzava i primi benefici già in primavera. Arcuri chiede prudenza e cautela: “Sicuramente ci saranno benefici, ma li vedremo solo sulla lunga distanza, forse verso la fine dell’anno. In fondo al tunnel si comincia finalmente a intravedere un po’ di luce. L’arrivo del vaccino di Moderna dopo quello di Pfizer è un’altra bella notizia che ci consente di proseguire la campagna di vaccinazione”.

Dall’OMS invece parlano chiaramente di scadenze lunghe. La dottoressa Soumya Swaminathan ha invitato a una mobilitazione mondiale: “Occorre un impegno collettivo per far sì che entro i prossimi tre mesi ogni paesi completi una campagna di vaccinazione globale per operatori sanitari e soggetti ad alto rischio. Ma non si potrà parlare di alcuna immunità di gregge prima della fine dell’anno”.