Covid, la variante italiana è ‘sorella’ di quella inglese

La variante italiana del virus Covid-19 isolato a Brescia lo scorso agosto è ‘sorella’ della variante inglese: discendono infatti entrambe da un antenato comune, ma le loro strade evolutive si sarebbero successivamente separate già lo scorso marzo.

LEGGI ANCHE: Rischio DAD fino a febbraio. Ecco chi potrà tornare a scuola il 18 gennaio

Questo quanto emerso dallo studio genetico pubblicato sulla rivista The Lancet Infectious Diseases dal gruppo di Arnaldo Caruso, presidente della Società italiana di virologia e docente di microbiologia clinica all’Università di Brescia, in collaborazione con Massimo Ciccozzi, ordinario di statistica medica ed epidemiologia molecolare all’Università Campus Bio-Medico di Roma.