Scoperta la superterra più antica, ha 10 miliardi di anni

Scoperta la superterra più antica, ha 10 miliardi di anni contro i 4,5 della Terra, è vecchia quasi quanto l’universo, che di anni ne ha 13,7 miliardi.

Si tratta di un pianeta roccioso grande una volta e mezza la Terra e distante 280 anni luce dal Sole. La scoperta del nuovo mondo, presentata al 237/o convegno della Società astronomica americana, è pubblicata sull’archivio on line arXiv, che raccoglie gli studi ancora in corso di revisione, ed è in via di pubblicazione sull’Astronomical Journal.

La scoperta è stata fatta dal telescopio spaziale della Nasa, Tess (Transiting Exoplanet Survey Satellite), studiando il calo di luminosità della sua stella madre, denominata TOI-561, provocato dal transito del pianeta. Questo mondo anziano si trova molto vicino alla sua stella.

LEGGI ANCHE: Deborah e la malattia curabile solo negli Usa: “Senza un volo di Stato morirò”

L’habitat della superterra

Compie un’orbita completa molto rapidamente, in appena dieci ore e mezza. La sua temperatura superficiale è, quindi, proibitiva, superando i 2.200 gradi centigradi. La superterra, denominata TOI-561 b, fa parte di un sistema planetario con altri due mondi. “L’esistenza di questo pianeta – ha spiegato Lauren Weiss, dell’Università americana delle Hawaii, tra le autrici della scoperta – dimostra che l’universo ha formato pianeti rocciosi fin quasi dal suo inizio, circa 14 miliardi di anni fa”. Anche se questo pianeta, per la sua vicinanza alla stella madre, è probabilmente disabitato, ha concluso l’esperta, “potrebbe rappresentare il precursore di molti mondi rocciosi ancora da scoprire intorno alle stelle più antiche della nostra galassia”.