Raoul Casadei ricoverato per Covid: le sue condizioni

Il re del liscio romagnolo, Raoul Casadei, ricoverato in un ospedale di Cesena a causa del Covid: tutta la famiglia è stata contagiata, ben quattordici componenti della dinastia Casadei hanno contratto il virus.

Raoul Casadei ha il Covid

A raccontare del ricovero di Raoul Casadei per Covid è stata la figlia, Carolina, anche lei contagiata. Tutti i componenti dei Casadei, che vivono insieme all’interno di una grande abitazione all’interno di Villamarina di Cesenatico, sono risultati positivi al virus, ma solo il re del liscio è stato ricoverato per via dell’età: 83 anni compiuti lo scorso 15 agosto. L’unico ad essere rimasto “illeso” è Mirko, che da anni porta avanti l’omonima orchestra fondata dallo zio Secondo nel 1928.

Le condizioni di Raoul Casadei, tuttavia, sembrano non preoccupare i figli e la moglie Riccarda, anche lei positiva al Covid-19 e rinchiusa in casa con molta tosse. A decidere per il ricovero del re del liscio sono stati i medici, che lo hanno trasportato in ambulanza presso l’ospedale Bufalini di Cesena per tenerlo maggiormente sotto controllo. Tutto è accaduto nel pomeriggio del 2 marzo scorso e, in una intervista per Il Resto del Carlino, la figlia di Casadei ha spiegato quali sono le attuali condizioni di salute del padre.

Raoul Casadei positivo al virus: come sta

Carolina Casadei ha spiegato: “Raoul sta benino e la nostra preoccupazione maggiore è stata quando abbiamo notato sul saturimetro che la saturazione era bassa”.

Un’intera famiglia – ad eccezione di Mirko – contagiata dal Covid, anche i bambini più piccoli.

L’unico ad essere finito in ospedale, però, è stato Raoul Casadei. “Anche in considerazione dei suoi 83 anni compiuti il 15 agosto 2020, i medici che sono venuti a casa a fargli l’ecografia ai polmoni e hanno visto che aveva un po’ di polmonite, ci hanno consigliato di ricoverarlo – ha continuato Carolina – . Lui si è convinto, ma forte com’è con una tempra da leone, è entrato in ambulanza da solo, con le sue gambe, senza barella, in quanto non accusava affanno”.

Le condizioni di salute di Casadei, dunque, pare non siano preoccupanti. Il resto della famiglia, in quarantena, è sottoposto ai controlli da parte della Asl.

“Tutti siamo seguiti dai medici dell’Ausl che ci stanno seguendo a casa e vengono loro – ha raccontato la moglie di Raoul Casadei – . E comunque un po’ di polmonite l’abbiamo avuta e l’abbiamo tutti. E’ la prima volta che in 13 ci troviamo tutti in casa. Una sensazione strana e una situazione incredibile che mai ci saremmo aspettati”.

Carolina con Raoul Casadei

Leggi anche–>Mirna Casadei chi è | carriera | vita privata della consulente d’immagine

Leggi anche–>Covid, Brescia scopre la variante nigeriana: “Può resistere al vaccino”

La famiglia Casadei contagiata dal Covid

Carolina, manager dell’orchestra Casadei, ha spiegato come l’intera famiglia stia vivendo questo momento surreale che li ha costretti a rimanere dietro il recinto della villa che condividono senza poter avere contatti con nessuno.

Siamo stati tutti colpiti Covid a cominciare da mia sorella Mirna, che è stata la prima – ha spiegato – . Stiamo chiusi nel recinto tutti insieme e la consolazione e il lato positivo, se così si possono chiamare, è che possiamo stare tutti insieme. Ma guai naturalmente a uscire fuori dalle porte di casa“.

A fare loro la spesa, infatti, sono gli amici, che lasciano le buste degli alimenti dietro il cancello di casa.

“Ma non possiamo neppure uscire per dare loro i soldi e lasciano tutte le sporte sul cancello – ha aggiunto Carolina – . È la prima volta che stiamo tutti insieme, giorno e notte, in 14, dentro il recinto, anche se ora con Raoul in ospedale siamo rimasti in 13”.