Principe Filippo, l’aggiornamento sulle condizioni: ritorno al King Edward VII

Prosegue la riabilitazione del marito della regina Elisabetta II, che nei giorni scorsi ha subito un semi-intervento per i suoi problemi cardiaci.

Prince Philip, Duke of Edinburgh, (Photo by Hannah McKay – WPA Pool/Getty Images)

Gli aggiornamenti sulle condizioni del principe Filippo

Il principe Filippo lunedì mattina è stato trasferito dall’ospedale King Edward VII dove era ricoverato da 15 giorni al St. Bartholomew, una struttura poco lontano dalla cattedrale di St. Paul che è un centro cardiologico d’eccellenza e di rilevanza internazionale. Qui, come dice il comunicato – bollettino medico rilasciato dalla famiglia reale, “Il principe Filippo è stato sottoposto con successo a una procedura al cuore per una preesistente condizione. Sua Altezza Reale resterà in ospedale per terapia, riposo e recupero per un certo numero di giorni”.

Leggi anche —-> Principe Filippo operato al cuore: “Resterà in ospedale”

Ritorno all’ospedale King Edward VII dopo l’intervento

A un giorno dall’intervento, il principe Filippo ha fatto ritorno all’ospedale King Edward VII dove proseguirà la degenza per un numero imprecisato di giorni, come da comunicato: “In seguito alla procedura portata a termine con successo sul Duca d’Edimburgo al St. Bartholoew Hospital nella giornata di mercoledì, Sua Altezza Reale è stato nuovamente trasferito al King Edward VII Hospital questa mattina. Il Duca resterà ricoverato in ospedale per essere sottoposto a terapie fino a data da destinarsi.”

Il principe Filippo lascia il King Edward VII Hospital (Photo by Kate Green/Getty Images)

Il ricovero più lungo nella storia del Duca d’Edimburgo

Il principe Filippo si trova dunque ricoverato in ospedale ormai da 17 giorni. Si tratta del ricovero più lungo in assoluto, persino più lungo di quando nel 2011 gli impiantarono un Stent. Come sta vivendo il marito della sovrana il suo lungo “soggiorno” in ospedale? Secondo varie fonti, tra cui il figlio Edoardo, che aveva rivelato come il padre pur rispondendo bene alle cure fosse “stressato” dal ricovero che si protraeva ben oltre quelle che dovevano essere le aspettative.

Le rassicurazioni fornite dalla famiglia sulla salute del marito di Elisabetta II

Il Duca d’Edimburgo aveva fatto il suo ingresso al King Edward VII Hospital il 16 febbraio scorso su consiglio del suo medico personale quale “misura precauzionale” per una infezione non meglio precisata ma non collegata al Covid per il quale il marito della regina aveva ricevuto il vaccino con la moglie all’inizio di gennaio. Il principe William aveva spiegato che il nonno rispondeva bene ai trattamenti e che i medici “lo stavano tenendo d’occhio”.

Leggi anche —-> Il Principe Carlo fa visita al padre ricoverato: ansia e preoccupazione per il Principe Filippo

Nonostante le rassicurazioni di William ed Edoardo, i sudditi restavano però in apprensione: il principe Carlo aveva fatto visita al padre lo scorso 20 febbraio e all’uscita dall’ospedale i fotografi lo avevano sorpreso provato e commosso. Inoltre sua moglie, la duchessa Camilla di Cornovaglia, aveva rotto in qualche modo il riserbo della famiglia, spiepgando che le condizioni del suocero stavano “leggermente migliorando“, ma che il principe consorte “era a tratti sofferenteinvitando i sudditi a “tenere le dita incrociate“.

Prince Charles, Prince of Wales departs King Edward VII hospital where Prince Philip, Duke of Edinburgh is currently receiving treatment (Photo by Kate Green/Getty Images)