Germania, Annalena Baerbock candidata cancelliera con i Verdi: “Nuovo capitolo per partito e Paese”

Germania, Annalena Baerbock candidata cancelliera con i Verdi per le elezioni di settembre 2021. “Un uovo capitolo per il partito e per il Paese”. Ma è davvero tagliata per il ruolo?

Annalena Baerbock - meteoweek
Annalena Baerbock – meteoweek.com

Annalena Baerbock è stata selezionata come candidata del Partito dei Verdi per essere il prossimo cancelliere tedesco, mentre il paese si prepara alle elezioni di quest’anno  che segneranno l’uscita di scena di Angela Merkel dalla fase politica. Ad annunciare la decisione è stato Robert Habeck, il presidente del gruppo politico tedesco. “Inizia oggi un nuovo capitolo per il nostro partito” e in caso di vittoria “per il nostro Paese”, ha invece esordito la stessa Baerbock. Il voto, si ricorda, è fissato per quest’autunno – il 26 settembre 2021.

Chi è Annalena Baerbock

Come riportano i media nazionali, la popolarità dei Verdi è aumentata negli ultimi anni, tanto che i sondaggi li vedono a soli pochi punti percentuali dietro al partito CDU della Merkel. Un fenomeno, questo, che mostra come sempre più elettori tedeschi si stanno rivolgendo, interessati e preoccupati, alle tematiche legate al clima e all’ambiente.

Annalena Baerbock e Robert Habeck (co-leader del partito) dimostrano si essere parte di un partito unito e coerente, come forse nessun altro gruppo politico prima. E l’obbiettivo dei Verdi, ad oggi, non è soltanto quello di entrare a far parte del governo, ma forse anche di entrare in cancelleria entro la fine del 2021. Iniziato come movimento di protesta e partito di opposizione, per molti anni è rimasto diviso in un’ala sinistra e un’ala più conservatrice: e sebbene questa tendenza non sia cambiata completamente nel corso del tempo, il partito è ora diventato un punto di riferimento della classe media.

Germania, Annalena Baerbock candidata cancelliera - meteoweek
Germania, Annalena Baerbock candidata cancelliera – meteoweek.com

In questo senso, Annalena Baerbock rappresenterebbe la candidata ideale per le elezioni del prossimo settembre. I media tedeschi la descrivono come una donna forte, talentuosa e molto ambiziosa. Durante la sua carriera politica ha ricoperto diversi ruoli: è stata infatti portavoce per i cambiamenti climatici del Gruppo parlamentare dei Verdi tra il 2013 e il 2017, così come anche membro aggiunto della commissione per gli Affari Economici e l’Energia. E alcuni hanno già paragonato il suo stile e il suo approccio analitico a quello di Angela Merkel.

La quarantenne è salita alla ribalta in una conferenza del partito già all’inizio del 2018, quando era ancora poco conosciuta al di fuori fuori i limiti regionali. Residente nello stato orientale del Brandeburgo, in quell’occasione si è fatta avanti in un raduno con tutto il suo entusiasmo e il suo carisma, indossando una giacca di pelle nera mentre veniva nominata co-leader del partito.

LEGGI ANCHE: Salvini e Renzi, insieme per una “commissione di inchiesta” sulla pandemia. Attacco finale a M5S e PD

“Ovviamente non sapevamo allora che saremmo stati qui oggi”, ha spiegato Baerbock oggi in conferenza, dopo l’annuncio della sua candidatura a cancelliera. “Ma quello che sapevamo era che volevamo aprire il nostro partito, che volevamo fare politiche per una società ampia: invitante e con obiettivi chiari. E così oggi inizia un nuovo capitolo per il nostro partito“, ha poi proseguito.

LEGGI ANCHE: SuperLega, la nuova competizione dei più ricchi. Uefa e Fifa minacciano i club

Da quando è salita alla carica di co-presidente del partito, Baerbock non ha minimamente rallentato la sua corsa. Ha anzi affinato il suo profilo politico, si è proiettata a spada tratta nell’affrontare il cambiamento climatico, e non ha nemmeno evitato questioni spinose di politica estera. Si è espressa sulle minacce rappresentate dal populismo di estrema destra e dalla xenofobia, tanto che alle elezioni di partito del 2019 ha ottenuto un enorme sostegno, ottenendo il 97% dai delegati e battendo “l’uomo al suo fianco”, che ha ottenuto un 90%. E se giornali come il Deutsche Welle si chiedono se sia veramente tagliata per il ruolo alla cancelleria, i media internazionali stanno già dipingendo Baerbock come la prossima erede di Angela Merkel.