Uccide il vicino di casa e aggredisce la moglie incinta. Il motivo

Un uomo ha deciso di uccidere il suo vicino di casa e la moglie incinta perché pensava che i due volessero sfrattarlo.

Shane Gilmer e Laura Sugden

Siamo nello Yorkshire. Qui un uomo ha deciso di uccidere il suo vicino di casa e di aggredire brutalmente la sua compagna, incinta, solo perché era convinto che i due volessero farlo sfrattare.

La vicenda

A raccontare l’accaduto è la stessa Laura Sudgen, moglie di Shane Gilmer, rimasto vittima della violenza del suo vicino di casa. Laura racconta di aver visto il suo vicino di casa entrare in casa con una balestra. L’uomo era diretto nella stanza in cui suo marito Shane stava riposando. Subito dopo aver visto il killer, Laura Sudgen ha avvisato il suo compagno invitandolo ad uscire di casa perché c’era un uomo armato. Purtroppo, Shane non è riuscito a scappare in tempo e il suo assassino lo ha colpito con un dardo. Il colpo partito dalla balestra ha compromesso il fegato, il rene e la colonna vertebrale.

LEGGI ANCHE: Caso Biot, la risposta della Russia: espulso diplomatico italiano

Il motivo

Shane Gilmer e Laura Sugden

Laura Sugden racconta di aver pregato il suo vicino di casa di non farle del male perché incinta. L’assassino le avrebbe detto di sapere della sua gravidanza poiché, da circa un anno, ascoltava quello che lei e il suo compagno si dicevano. Lo stesso dice di aver sentito che volevano sfrattarlo e per tale motivo ha deciso di ucciderli. Laura ha provato a spiegargli che non sapeva di cosa stesse parlando e che non era così. L’uomo, però, non ha voluto sentire altro e ha colpito la donna alla testa per poi scappare. L’aggressore sarebbe stato arrestato durante la fuga.