Coronavirus, medico no-vax perde la vita in Kenya: per curarsi, proponeva di inalare vapori

Un dottore kenyota è morto a causa del Coronavirus. Faceva  parte dei movimenti no-vax. Il suo nome è Stephen Karanja. 

Stephen Karanja-Meteoweek.com

Un medico no-vax del Kenya, Stephen Karanja, è morto per Coronavirus. Il dottore aveva definito il vaccino anti Covid «totalmente inutile» e aveva proposta dei trattamenti alternativi quali inalare vapori e un mix di medicinali quali idrossiclorochina e ivermectina.

Persino l’Oms e la Conferenza dei vescovi cattolici Kenya avevano preso le distanze dalle terapia che aveva proposto e da quanto dichiarava. L’Oms aveva ribadito che il vaccino distribuito in Kenya era sicuro e i vescovi avevano chiarito come le pratiche vaccinali fossero «lecite ed eticamente accettabili».

Karanja-Meteoweek.com

Karanja, ostetrico e ginecologo, negli anni aveva supportato iniziative con leader religiosi che avevano avviato campagne anti vaccini.

Leggi anche:—>Schianto fatale tra due auto: Claudia perde la vita a 25 anni

Nel 2019 aveva portato avanti una campagna per rifiutare la vaccinazione delle giovani studentesse contro il papilloma virus perché non serviva, in quanto quel  tumore avrebbe colpito coloro che avevano uno stile di vita con «comportamenti sessuali irresponsabili».