Un anno dall’incidente di Alex Zanardi. Le sue condizioni

Situazione stabile e nessuna novità rilevante, ma la famiglia non perde la speranza. Parla il figlio Niccolò

È passato un anno dall’incidente di Alex Zanardi. Il campione si è schiantato contro un camion su una strada statale della Toscana durante una manifestazione sportiva in handbike il 19 giugno 2020. Tutto il Paese ha tenuto il fiato sospeso per il pilota costretto a sottoporsi a più di dieci operazioni. Oggi il figlio Niccolò svela a Repubblica come sta: “È sempre lì. Nessuna novità, niente di niente. Siamo anche un po’ stressati per questo, non ci sono grandi cambiamenti. Noi non perdiamo le speranze, la fibra è buona.

Zanardi adesso si trova ricoverato all’ospedale di Vicenza, nel reparto Unità gravi cerebrolesioni. Il direttore del reparto di neurochirurgia di Padova, Franco Chioffi aggiunge: “Adesso Zanardi è fuori dal letto, l’hanno messo in poltrona“. La strada è ancora molto lunga, ma in famiglia hanno la sua tempra e non si arrendono.

LEGGI ANCHE: Il mistero della morte di Sabine Illbruck, si indaga per errore medico

Zanardi ne ha passate tante, ma ha sempre trovato la forza di rialzarsi. “La vita è sempre degna di essere vissuta, quando mi sono risvegliato senza gambe ho guardato la metà che era rimasta, non la metà che era andata persa“, le parole che sono state d’esempio nella vita di Zanardi. Non c’è che sperare e continuare a lottare.