Gava: “Edifici pubblici non a norma, Pnrr importante per ammodernamenti”

Vannia Gava, sottosegretaria alla Transizione ecologica, ha lanciato un appello in merito alla sicurezza degli edifici e delle costruzioni pubbliche in Italia. La maggior parte di esse, infatti, sono state realizzate prima dell’entrata in vigore delle attuali norme anti-sismiche. La necessità di utilizzare le risorse del Pnrr – ben 200 milioni – al fine di favorire l’efficientamento del patrimonio è dunque elevata. 

Vannia gava
Vannia Gava, sottosegretario di Stato al ministero della transizione ecologica nel governo Draghi – meteoweek.com

Gli interventi per i miglioramenti dello stato di edifici e costruzioni pubbliche in Italia sono al centro del Piano italiano di ripresa e resilienza (Pnrr) recentemente approvato dal Consiglio Europeo. Una importante parte delle risorse ottenute dal Paese saranno destinate al settore delle costruzioni, in modo da rinnovarlo. L’obiettivo, in particolare, è quello di renderlo più moderno, ma soprattutto più sicuro. Vannia Gava, sottosegretaria al ministero della transizione ecologica, in tal senso, ha messo l’accento sul problema relativo al mancato rispetto delle norme anti-sismiche delle innumerevoli strutture costruite prima dell’avvento di quest’ultime. 

L’annuncio di Vannia Gava

Scuole, ospedali e strutture sanitarie o anche gli impianti sportivi. La stragrande maggioranza degli edifici e delle costruzioni pubbliche in Italia sono stati disegnati e realizzati prima che fossero in vigore le moderne norme antisismiche e criteri e materiali studiati per il risparmio energetico e climatico”, questo l’allarme lanciato da Vannia Gava. La sottosegretaria al ministero della transizione ecologica ha parlato delle possibili soluzioni date dai fondi europei a margine dell’avvio dei lavori di adeguamento alle norme antisismiche delle scuole primarie Pascoli e di Toppo Wassermann di Udine. “Ci siamo battuti perché il Pnrr desse finalmente all’Italia e alle amministrazioni la possibilità di investire sull’ammodernamento e l’efficientamento del patrimonio pubblico”.

LEGGI ANCHE -> Nuovo attacco con il coltello in Germania, almeno due i feriti: assalitore in fuga

Vannia gava
La sottosegretaria si sta occupando dei lavori di adeguamento delle scuole – meteoweek.com

LEGGI ANCHE -> Picchia e sequestra un anziano per 70 euro, arrestato

Le prime risorse per gli adeguamenti delle strutture arriveranno al più presto. “Pochi giorni fa è stato pubblicato un bando (del ministero della Transazione ecologica) che mette a disposizione delle amministrazioni pubbliche ben 200 milioni. Abbiamo di fronte come Paese, in tutte le sue articolazioni, una grande possibilità: non possiamo permetterci di sprecarla. Ciascuno può dare il suo contributo per rendere l’Italia un Paese più sicuro, efficiente e dunque sostenibile”, ha aggiunto la sottosegretaria Vannia Gava.