Maria Grazia perde la vita a 27 anni dopo un’operazione in day hospital

La Procura ha aperto un’inchiesta sul suo decesso, l’hanno operata nella casa di cura Santa Famiglia. I familiari chiedono giustizia

Maria Grazia-Meteoweek.com

Maria Grazia Di Domenico, 27 anni, era consulente di software per un’azienda, fidanzata e prossima alle nozze per il 1° settembre. Doveva fare un banale intervento in day hospital ma non è più tornata a casa. La ragazza, di Cava de’ Tirreni (Salerno) ma residente a Roma, dopo l’operazione di conizzazione cervicale dell’utero è morta lo scorso 17 maggio.

Lo denunciano i legali della famiglia della 27enne, che vogliono giustizia e soprattutto chiedono di capire cosa sia realmente accaduto nel corso dell’intervento, durato 20 minuti. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo.

Leggi anche:—>Denise, il supertestimone a Ore 14:«Ho visto la bimba in hotel»

Maria Grazia sarebbe dovuta far rientro a casa in giornata, ma poi ha avuto forti dolori addominali, i medici hanno deciso di farla restare in ospedale per ulteriori controlli. Da qui comincia il calvario dei familiari, rassicurati dai medici sulle condizioni della ragazza: secondo loro, i dolori di Maria Grazia erano legati a una reazione allergica agli antibiotici o a influenza intestinale, così le hanno dato fermenti lattici. Ma lei è peggiorata al punto che hanno dovuto portarla all’ospedale Gemelli di Roma.