Green Pass in vendita a 5 euro: il commercio illegale in farmacia

Una farmacia di Roma vendeva i Green Pass a cinque euro ciascuno. Una pratica illegale, dato che secondo le normative del Ministero della Salute essi devono essere rilasciati gratuitamente. I Carabinieri sono intervenuti proprio nel momento in cui uno dei clienti stava pagando. I gestori dell’attività si sono giustificati dicendo che le cifre ottenute tramite il commercio servivano per l’acquisto del toner della stampante.

green pass
I certificati venivano stampati al “modico” prezzo di 5 euro ciascuno – meteoweek.com

Gli ignari clienti pagavano cinque euro a testa per ottenere il proprio Green Pass in formato cartaceo. Un servizio che, in base alla normativa attualmente in vigore in Italia, avrebbero dovuto ricevere gratis. I Carabinieri di Roma hanno messo in luce il commercio illegale di certificati verdi che una farmacia da tempo perpetrava. Le “vittime” erano per lo più turisti, i quali per svolgere le proprie attività – dal ristorante ai musei – avevano bisogno di avere a portata di mano il certificato verde e, dunque, si rivolgevano al negozio della cittadina della Valle Aniene. Al momento dell’intervento gli agenti hanno constatato con i loro occhi la vendita.

LEGGI ANCHE -> Uccide figli di 2 anni e 10 mesi: “Avevano dna di serpenti, sarebbero diventati mostri”

I Carabinieri non hanno potuto fare altro che ammonire i gestori della farmacia. Essi, da parte loro, si sono giustificati. In particolare, hanno sostenuto che il “modico” guadagno di cinque euro a Green Pass fosse necessario per coprire le spese per l’acquisto dei toner della stampante. Una scusa risultata ben poco credibile. È plausibile che, dato l’ingente afflusso di turisti dei giorni scorsi, l’attività abbia guadagnato una notevole quantità di denaro tramite il commercio illegale di certificati verdi in formato cartaceo.

Impostazioni privacy