Associazione sovversiva di matrice neonazista e suprematista: 26 indagati

Indagini in provincia tutta Italia su una associazione sovversiva di matrice neonazista e suprematista: le forze dell’ordine hanno messo in atto delle perquisizioni ai danni di 26 soggetti ritenuti coinvolti. L’operazione è partita dalla Digos di Napoli, ma ha coinvolto anche altre città come Roma, Torino, Ragusa, Lecce e Ferrara.

nazismo
Il simbolo dell’organizzazione somiglia alla svastica nazista – meteoweek.com

Una complessa indagine della Digos della Campania ha permesso di individuare i principali membri di una associazione sovversiva di matrice neonazista e suprematista con partecipanti in tutta Italia. Essi si erano radunati all’interno di un gruppo denominato Ordine di Hagal, che si presenta su Internet con un proprio sito web e con una pagina Facebook. All’interno di questi ultimi si definisce come una “organizzazione religiosa”, ma dietro sembrerebbe esserci qualcosa di più preoccupante. Gli indizi in merito sono numerosi. In particolare, l’associazione ha assunto come simbolo una specie di asterisco con gli stessi colori della svastica nazista.

Leggi anche -> Migranti: arrestati due scafisti. Ecco quanto chiedevano per un viaggio

Tra i membri dell’Ordine di Hagal ci sono anche numerosi no vax no green pass. In alcuni post si sostiene che il vaccino contro il Covid-19 non sia un siero sicuro e capace di immunizzare, bensì “una terapia genica sperimentale che modifica il dna in maniera irreversibile e perpetua”. In totale ventisei persone sono state iscritte nel registro degli indagati con l’accusa di associazione sovversiva di matrice neonazista e suprematista. Nei confronti di molti altri, invece, sono scattate delle perquisizioni. La Polizia di Stato di Napoli, su delega del Procuratore della Repubblica, le ha messe in atto nelle scorse ore. Esse non hanno riguardato esclusivamente il capoluogo campano, bensì anche diverse altre città come Caserta, Avellino, Siena, Roma, Torino, Ragusa, Lecce e Ferrara.