Billie Eilish: “Se non mi fossi vaccinata in tempo sarei morta di Covid”

Il vaccino contro il Covid-19 non scongiura la malattia, ma in caso di infezione aiuta a ridurne grandemente i sintomi, e la pop star Billie Eilish l’ha compreso sulla propria pelle: “Sono stata malata per circa due mesi e soffro ancora adesso di alcuni effetti collaterali”. 

Billie Eilish – MeteoWeek

Nel corso del programma radiofonico di Howard Stern ha raccontato di avere contratto il Coronavirus ad agosto di quest’anno e ha aggiunto: “Voglio dire molto chiaramente che è stato per merito del vaccino se sto bene. Penso che se non fossi stata vaccinata sarei morta, perché è stata una pessima esperienza. E quando dico pessima intendo che sono stata malissimo, anche se, parlando di Covid e di ciò che può provocare, non è stato così terribile”. Ancora oggi risente dele problematiche subite.

Nata a Los Angeles 19 anni fa, Billie Eilish ha conosciuto una fama sempre più grande a partire dal 2015, quando ha esordito con il singolo ‘Ocean Eyes’. Insieme al fratello e produttore Finneas ha preso d’assalto il panorama del pop contemporaneo ed è diventata una star da milioni di follower e di copie vendute. Ha già vinto sette Grammy, due American Music Awards, tre MTV Video Music Awards e due Brit Awards. Dunque rappresenta una personalità di spicco, soprattutto per i giovani: da qui l’importanza delle sue parole riguardo le vaccinazioni. Sempre durante il programma di Stern, Eilish ha anche detto che “il vaccino è super fantastico e ha impedito che si ammalassero i suoi genitori e i suoi amici”.

LEGGI ANCHE: -> Covid, il Governo proroga lo stato di emergenza fino al 31 marzo

La pop star ha detto di essersi ammalata ad agosto per colpa del Coronavirus.

Billie Eilish – MeteoWeek

Per fortuna tutto è andato per il verso giusto, e la cantante e sana e salva, anche se la ragazza era convinta e temeva di morire di Covid-19 se non si fosse vaccinata giusto in tempo. Questo di Billy, come quello di tantissime persone cadute in questo orribile incubo, è un messaggio chiaro e limpido a favore della vaccinazione anti Covid.

LEGGI ANCHE: ->Turismo, crisi nera del settore: perso il 50% in presenze di stranieri

Speriamo che la minoranza della popolazione non ancora vaccinata lo faccia al più presto, non solo per la propria salute, ma per il rispetto e la comunità di tutti.