Tamponi gratis a Napoli per giunta, consiglio comunale e staff del sindaco ma non ai dipendenti

Ascolta l'audio-articolo

Polemica al comune di Napoli: tamponi gratis per giunta, consiglio comunale e staff del sindaco ma non per i dipendenti comunali a contatto col pubblico.

Tamponi gratis a Napoli per giunta, consiglio comunale e staff del sindaco ma non ai dipendenti 09.01.22 1280p - meteoweek.com

Fino alla fine del mese di marzo tutti i membri della giunta e del consiglio comunale e lo staff del sindaco avranno test gratis. Una delibera della giunta ha deciso infatti che tali soggetti potranno usufruire gratis di test antigenici o molecolari. La delibera che prevede questo trattamento è la 591 del trenta dicembre 2021.

La misura non è un onero per il budget del comune perché saranno laboratori e farmacie ad eseguire gratis i test. Il presidente dell’ordine dei farmacisti è Vincenzo Santagada, a capo dell’assessorato alla salute del comune di Napoli. Il politico, nominato in quota Azzurri/Italia Viva, sosteneva alle elezioni l’ora sindaco Gaetano Manfredi. Vincenzo Santagada è la mente dietro l’idea dei test gratuiti per politici e collaboratori nello staff del comune di Napoli.

Tamponi gratis, i costi per i cittadini e l’opposizione

Tamponi gratis, i costi per i cittadini e l’opposizione 09.01.22 740p - meteoweek.com

I restanti dipendenti del comune, anche coloro che lavorano a contatto col pubblico, dovranno pagare per il test come tutti gli altri cittadini. Molti hanno posto il quesito su quanto sia giusto garantire tali test gratuiti solo alle più alte figure politiche.

Leggi anche: Ucraina, la tensione tra Russia e Usa sta raggiungendo un punto di non ritorno

I tamponi ad oggi continuano a costare quasi 15 euro per gli antigenici e 60 per i molecolari. In più si arriva a spendere la cifra di 100 euro per il test a domicilio di chi ha contratto il Covid.

Leggi anche: La decisione del Vescovo: i preti non vaccinavi non diano l’ostia per la comunione

Alessandra Clemente, ex assessore della scorsa giunta comunale di de Magistris, è stata l’unica esponente del consiglio comunale ad opporsi alla misura. Afferma sui social che non farà alcun tampone gratuito perché non è una privilegiata.