Violenze sessuali a Capodanno, uno degli arrestati: “Non le ho toccate”

Ascolta l'audio-articolo

Il 18enne fermato per le aggressioni sessuali in piazza Duomo si difende: “Ho visto che le hanno accerchiate ma non ho partecipato”

Ho visto che hanno accerchiato queste ragazze, ma io non ho partecipato” è questo quanto dichiarato dal 18enne arrestato oggi a Milano con l’accusa di avere partecipato orrende aggressioni sessuali verificatesi in piazza Duomo la notte di Capodanno ai danni di alcune ragazze che si trovavano lì per i festeggiamenti. Il fermo è avvenuto in base alle immagini riprese dalle telecamere di sicurezza installate nella zona che lo hanno ripreso. Ma lui insiste sulla sua innocenza: “Non ho fatto niente, non le ho toccate” ripete durante l’interrogatorio a cui è stato sottoposto dal gip Raffaella Mascarino nel carcere di San Vittore.

LEGGI ANCHE: Morte David Sassoli, fake news dei no vax: in corso accertamenti della Polizia Postale

Ho visto tante persone accalcate, non ho visto la ragazza sollevata in aria, ho visto una ragazza vestita di rosso a terra che sputava in faccia a qualcuno” poi “quando è arrivata la polizia si sono sparpagliati” afferma il ragazzo, un operaio di origine egiziana. “Avevo paura, c’era la polizia e tanto casino” continua sostenendo che la confusione che ha scatenato le molestie sia avvenuta intorno a mezzanotte e mezza.

LEGGI ANCHE: Matteo Bassetti: “A primavera fuori dalla pandemia”

E’ un neomaggiorenne in una situazione delicata – ha affermato l’avvocato difensore – ha avuto un atteggiamento collaborativo, vive col padre e lavora, era in piazza per i festeggiamenti“. Al momento il giovane è detenuto ma il suo legale insiste per il trasferimento agli arresti domiciliari sui quali dovrà esprimersi il giudice entro dopodomani.