12 migranti muoiono di freddo al confine tra Grecia e Turchia

Ascolta l'audio-articolo

Le autorità turche hanno trovato 22 persone, alle quali erano stati rubati gli indumenti, presso il valico di Ipsala.

Dodici migranti hanno trovato la morte a causa del freddo al confine tra la Grecia e la Turchia. Lo comunica la televisione di stato turca Trt citando il ministero dell’Interno. I profughi, stando a quanto dice la tv, sarebbero stati respinti dalle guardie di frontiera greche mentre stavano cercando di introdursi illegalmente nel paese. Le autorità turche hanno scoperto un gruppo di 22 persone, derubate di vestiti e di scarpe, al valico di Ipsala. Solo in dieci erano riusciti a sopravvissute.

LEGGI ANCHE -> Speaker Radio Gamma accoltellata a pochi passi da casa: è grave

Il ministro dell’Interno Suleyman Soylu accusa le guardie di frontiera greche di operare “crudelmente” e non risparmia l’Unione europea, accusata di mostrarsi troppo debole con la Grecia.

LEGGI ANCHE -> Clima, Extinction Rebellion assalta Ministero dell’Ambiente. Dieci fermati

Il ministro turco ha poi condiviso in rete le fotografie di otto cadaveri, tre dei quali di persone in maglietta e pantaloni corti. L’ufficio del governo della provincia di Edirne, nelle vicinanze del confine, ha fatto inoltre notare che una tra le persone morte stata soccorsa dalle autorità turche e trasportata ancora in vita all’ospedale.