Incinta e positiva al Covid, bimbo le muore al settimo mese: non era vaccinata

Ascolta l'audio-articolo

Azienda sanitaria avvia un’indagine per stabilire se la morte è legata alla positività della madre.

L’Azienda sanitaria dell’Alto Adige ha programmato una verifica per stabilire le cause del decesso di un bimbo morto al settimo mese di gravidanza e per indagare sulla eventuale correlazione della morte con la positività al Covid della madre, che non si era vaccinata.

Per i bimbi rischio 3-4 volte più alto se mamme non vaccinate

Sonia Prader, direttrice del reparto di ginecologia e ostetricia dell’Ospedale di Bressanone – Meteoweek

La vicenda, riportata dal quotidiano Alto Adige, risale a una quindicina di giorni fa: mamma e bimbo stavano bene ma poi la situazione è degenerata e c’è stata una morte intrauterina. A incaricarsi di svolgere gli accertamenti sarà il reparto di anatomia patologica dell’ospedale di Bolzano: è previsto l’esame istologico su bimbo e placenta.

LEGGI ANCHE -> La quarantena per non vaccinati e per vaccinati o guariti da oltre 4 mesi sarà di 5 giorni

«Bisogna capire, in concreto, se la causa del decesso possa essere il Covid. Secondo vari studi scientifici il rischio di imbattersi in casi come questo è 3-4 volte superiore per una mamma non vaccinata», ha fatto sapere al quotidiano altoatesino Sonia Prader, primaria del reparto di ginecologia e ostetricia di Bressanone.

LEGGI ANCHE -> Ferilli conduce la serata finale di Sanremo: “Se s’ammalamo che ce frega? Tanto il festival è finito”

Secondo l’esperienza della primaria di ginecologia, le mamme in gravidanza non vaccinate sono «la stragrande maggioranza. Nel Comprensorio sanitario di Bressanone siamo addirittura al 90 per cento. Ritengo possa influire negativamente anche il pensiero austriaco dove le donne in attesa sono esentate dal vaccino», ha dichiarato.