Il “miracolo” di Nza: la bimba irachena malata di cuore sarà operata al Monaldi di Napoli

Ascolta l'audio-articolo

Nza, la bimba irachena di appena 9 mesi, volerà a Napoli per essere sottoposta a una delicata operazione a cuore aperto. Ciarambino: “La Regione Campania regalerà alla piccola un futuro nuovo”.

bimba irachena operata al monaldi napoli - meteoweek 20220210
Nza, la bimba irachena, verrà operata al Monaldi di Napoli – meteoweek.com

Oggi voglio raccontarvi una storia bellissima in cui le associazioni, la Chiesa e le istituzioni, facendo rete tra loro, hanno compiuto un piccolo miracolo!“. Esordisce con queste parole, nel suo post su Facebook, la vicepresidente del Consiglio regionale della Campania Valeria Ciarambino. La storia che la vicepresidente racconta è quella della piccola Nza, una bimba irachena affetta da una grave patologia cardiaca che richiede cure urgenti e un delicato intervento chirurgico. A compiere il “miracolo” e a salvare la vita ci penserà allora l’équipe di medici della struttura ospedaliera del Monaldi di Napoli.

La bimba sarà sottoposta a una delicata operazione a cuore aperto

Nza è una dolcissima bambina irachena di appena 9 mesi. La piccola soffre di una grave patologia cardiaca che richiede cure urgenti e un intervento delicato e complesso per salvarle la vita. Nell’impossibilità di curarla nel proprio paese i genitori hanno provato a fuggire altrove, ma sono rimasti bloccati in Bielorussia. Facendo rete tra associazioni, Chiesa e istituzioni, abbiamo compiuto un piccolo miracolo e donato la speranza di un futuro alla piccola Nza”, ha spiegato la vicepresidente del Consiglio regionale della Campania, Valeria Ciarambino, nel suo post pubblicato su Facebook.

LEGGI ANCHE:  Sparita dopo lite col compagno, 40enne viene ritrovata morta in una palazzina abbandonata

Post nel quale ha poi raccontato: “Della sua storia sono venuta a conoscenza grazie a Francesco Perna, un amico speciale che lavora come volontario per l’associazione Stay Human e che da anni ha scelto di dedicare la sua vita ai più bisognosi. Come lui anche Silvia Cavazzini di Gandhi Charity. Ho messo a disposizione i miei rapporti istituzionali, contattando l’assessore regionale Morcone e chiedendo che la Regione Campania potesse farsi carico delle cure mediche e dell’accoglienza di Nza e della sua famiglia. Ho informato pure il vescovo di Napoli, don Mimmo Battaglia, che subito si è attivato per trovare una sistemazione. Con grande gioia ho appreso che ieri è stata firmata la delibera regionale che regalerà alla piccola un futuro nuovo, e che il Ministero degli Affari esteri ha concesso il visto in tempi record”.

LEGGI ANCHE: Polizia lo trova alla guida del tir con cocaina, ritirata patente al conducente

La vicepresidente ha poi annunciato che nel pomeriggio di domani, venerdì 11 febbraio, la piccolina “atterrerà all’aeroporto di Capodichino e sarà poi sottoposta a una delicata operazione a cuore aperto all’ospedale Monaldi“. “Voglio ringraziare, di cuore, l’assessore Mario Morcone e il Presidente Vincenzo De Luca per aver offerto a Nza l’opportunità di avere salva la vita. Un grazie anche a tutti coloro, come Francesco e Silvia, che si spendono per gli ultimi. Storie come questa dimostrano che in Campania sappiamo essere una grande comunità”, ha concluso infine Ciarambino.