Caso Ranucci, Barachini (Vigilanza) scrive alla Rai: “Fare chiarezza su Report”

Ascolta l'audio-articolo

Presidente della Commissione di Vigilanza chiede di fare luce sui messaggi che Ranucci avrebbe inviato a due politici e sui video di Report.

“La Rai faccia chiarezza su Report”. Lo richiede una lettera che il presidente della commissione di Vigilanza Rai, Alberto Barachini, ha inviato alla presidente Marinella Soldi e all’amministratore delegato Carlo Fuortes di Viale Mazzini relativamente ai messaggi “minacciosi” che Ruggeri (Fi) e Faraone (Iv) dicono di aver ricevuto dal conduttore della trasmissione Sigfrido Ranucci, sia a riguardo del caso dei video diffusi in rete che “hanno messo in evidenza presunte modalità con cui la stessa trasmissione e il suo conduttore acquisirebbero il materiale da utilizzare nella realizzazione dei servizi d’inchiesta”.

Approfondire le modalità con cui Report acquisisce i video

Alberto Barachini, presidente della commissione di Vigilanza Rai – Meteoweek

“Non sfuggirà alla vostra sensibilità – prosegue Barachini – che le vicende richiamate meritano di essere attentamente approfondite, in primo luogo a tutela dell’Azienda e della stessa trasmissione Report. In tale ottica, dunque, la Commissione, che ho l’onore di presiedere, ha concordato sull’esigenza che sia costantemente e tempestivamente aggiornata circa l’apertura, gli sviluppi e gli esiti puntuali derivanti dall’Audit, con l’ulteriore richiesta di precisare l’oggetto specifico su cui le procedure di verifica interna si sono concentrate”.

LEGGI ANCHE -> Migranti: Ocean Viking, ancora attesa per 247 naufraghi, a bordo una neonata e un bimbo

E pertanto, scrive in conclusione il presidente della Commissione di Vigilanza, “in considerazione della delicatezza degli episodi e delle circostanze indicate, la commissione ha condiviso la necessità di svolgere in tempi solleciti una vostra audizione per acquisire elementi informativi e chiarimenti utili a fare piena luce in particolare sulle modalità e le procedure di acquisto dei video che la trasmissione Report impiega nella predisposizione dei propri servizi d’inchiesta ed in generale sulle attività compiute allo scopo di coordinare e controllare gli acquisti aziendali, nell’ottica di una efficace e efficiente razionalizzazione dei costi e di un corretto impiego delle risorse pubbliche”.