Maturità, si parte il 22 giugno con la prova di Italiano. Colloquio in videoconferenza per chi deve restare a casa

Ascolta l'audio-articolo

Gli esami di maturità 2022 avranno inizio il 22 giugno. La prima prova, su base nazionale, sarà lo scritto di italiano, per il quale ai candidati saranno proposte sette tracce di tre diverse tipologie: analisi e interpretazione del testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità. Il giorno dopo, sarà la volta della seconda prova scritta, diversa per ogni indirizzo.

La seconda prova, avrà per oggetto una sola disciplina tra quelle caratterizzanti il percorso di studi, e sarà affidata ai singoli istituti.

Per quanto riguarda il secondo scritto, gli insegnanti di disciplina facenti parte delle commissioni d’esame di ciascuna scuola dovranno, entro il 22 giugno, elaborare tre proposte di tracce, basandosi sui documenti dei consigli di classe.

Il giorno della prova la proposta sorteggiata, sarà svolta da tutte le classi coinvolte. In caso di una sola classe di un determinato indirizzo, le tre proposte di tracce saranno elaborate dalla sottocommissione, sulla base delle proposte del docente che insegna la disciplina oggetto della seconda prova.

LEGGI ANCHE: UCRAINA, PRIGIONIERO RUSSO SI APPELLA A PUTIN “PERCHE’ CI AVETE MANDATO QUI? FINITELA CON LA GUERRA” 

Il colloquio si potrà sostenere anche a distanza via video

Dopo gli scritti, il candidato dovrà sostenere un colloquio, che prevede inizialmente un’analisi del materiale scelto dalla Commissione – documento, testo, progetto – in cui dovrà dimostrare di aver acquisito i contenuti e i metodi propri delle singole discipline e di aver maturato le competenze di educazione civica.

LEGGI ANCHE: CRISI ENERGETICA, DI MAIO: PRIORITA’ DIVERSIFICAZIONE FONTI ENERGETICHE 

Seguirà l’analisi di una breve relazione o un lavoro multimediale, le esperienze fatte nell’ambito dei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento. Per il colloquio è prevista, per i candidati che non potranno sostenere l’esame in presenza, la possibilità di partecipare in videoconferenza.

La valutazione sarà composta, come già avviene, in centesimi, mentre per le prove scritte saranno attribuiti fino a 15 punti per quella di italiano, e fino a 10 per la seconda prova. Al colloquio si potranno avere fino a 25 punti, mentre al credito scolastico un massimo di 50. La lode resta possibile da ottenere.