Il colloquio tra Joe Biden e il leader cinese Xi Jinping: “Dobbiamo mantenere la pace globale”

Ascolta l'audio-articolo

Secondo quanto riportato dal Global Times, il discorso tra Biden e il leader cinese Xi Jinping ha avuto inizio. È un incontro virtuale, il primo tra due dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina.

E proprio oggi, la Cina ha inviato una portaerei nelle acque dello Stretto di Taiwan. Il passaggio della Shandong è stato confermato dal ministero degli Esteri di Taipei.

Nessuna provocazione né alcun nesso con il colloquio tra il presidente Usa e il leader cinese, secondo un portavoce del ministero degli Esteri di Pechino. Per Zhao Lijian si tratta di una missione di “addestramento di routine”. La Cina, che contesta la strategia Usa per l’Indo-Pacifico, considera Taiwan una “provincia ribelle” da “riunificare” e vede la questione come un “affare interno”.

Sempre secondo quanto riferito dal Global Times, il presidente cinese, ha dichiarato, al presidente americano: “in quanto membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e delle due maggiori economie, Cina e Stati Uniti non dovrebbero solo guidare le relazioni bilaterali perché si sviluppino lungo la strada giusta, ma anche assumersi la responsabilità internazionale di mantenere la pace globale”. “La situazione in Ucraina ha dimostrato ancora una volta che i Paesi non possono ingaggiare scontri militari” perché lo scontro “non fa l’interesse di nessuno” mentre “la pace e la sicurezza sono quello che la comunità internazionale dovrebbero coltivare”, ha dichiarato inoltre il leader cinese.

In aggiornamento…