Tragedia in famiglia: padre uccide i figli di 8 e 13 anni, poi si toglie la vita

La donna ha trovato i tre corpi quando si è presentata a casa del marito per ritirare i figli. La coppia si stava separando.

I due si erano separati da circa due settimane, ma alle forze dell’ordine non risultano liti o violenze precedenti alla tragedia familiare.

Un uomo di 44 anni ha ucciso i due figli: una adolescente di 13 anni e il fratellino minore di 8, poi si è ucciso a sua volta. È accaduto a Mesenzana, in provincia di Varese. Scenario della tragedia è stata l’abitazione dell’uomo. Stando a quanto si è appreso, l’uomo avrebbe ucciso i figli a coltellate prima di togliersi la vita con quella stessa lama.

A scoprire l’omcidio-suicidio secondo le prime informazioni, è stata la moglie che stamattina si è presentata a casa dell’uomo, in via Pezza, per prelevare i bambini che avevano passato la serata di mercoledì col papà. I due si erano separati da due settimane, anche se alle forze dell’ordine non risultano precedenti episodi di violenza o liti tra di loro. Sono partite le indagini per accertare l’esatta dinamica dei fatti. A condurle saranno i Carabinieri di Luino e del nucleo investigativo di Varese, coordinati dalla procura locale.