Picchia la moglie e accoltella il cognato: arrestato uomo di 45 anni

Ascolta l'audio-articolo

Forse preda di un raptus scatenato dalla droga, un uomo ha prima picchiato e sequestrato la moglie e poi ferito il fratello di lei con un coltello. L’intervento delle forze dell’ordine ha sistemato le cose, l’uomo si trova ora in carcere. 

Ha pestato e chiuso in casa la moglie e poi accoltellato il cognato. Il responsabile è un uomo di 45 anni di Giugliano in Campania, in provincia di Napoli, forse in stato confusionale a causa dell’assunzione di sostanze stupefacenti. Sono dovute intervenire addirittura le squadre antiterrorismo e un negoziatore per mettere in sicurezza la situazione.

Il fatto è avvenuto ieri sera intorno alle 22 quando dopo una lite l’uomo ha iniziato a picchiare selvaggiamente la donna. Nel tentativo di difenderla, è arrivato in casa il fratello di lei il quale però è stato ferito con diverse coltellate. Per sua fortuna le lesioni non risultano gravi.

L’INTERVENTO DEI CARABINIERI

Sul posto sono intervenuti i carabinieri i quali hanno trovato la donna chiusa a chiave in bagno con le finestre sbarrate. Le forze dell’ordine hanno quindi fanno irruzione immobilizzando il responsabile e liberando la moglie, la quale si trova ora ricoverata in stato di shock. Lui è invece finito in carcere accusato di maltrattamenti, lesioni e sequestro di persona.