La Spagna vuole dare alle donne il congedo dal lavoro per ciclo mestruale

Il dolori mestruali possono essere un elemento invalidante per le donne, per questo motivo la Spagna sta valutando la possibilità di un congedo di tre giorni dal lavoro. Una vera rivoluzione su cui in Italia si fa fatica a ragionare. 

Il governo spagnolo sta valutando la possibilità di concedere alle lavoratrici tre giorni di congedo al mese per quelle donne che hanno il ciclo mestruale. Se approvato sarebbe il primo disegno di legge del genere che viene approvato in un paese europeo.

Finora infatti, sia in Spagna che nel resto dell’Unione Europea, la possibilità di ottenere un congedo per questo particolare caso, è a discrezione dei datori di lavoro. Come è facile immaginare però, sono pochissime le aziende che hanno inserito nei loro contratti di lavoro questa possibilità. Casi di congedo avvengono alla Nike dal 2007, in Corea del Sud dal 2001, in Giappone dal 1947 e in Indonesia dal 1948, mentre è in discussione in Usa e Lussemburgo.

E IN ITALIA?

Come detto, questo provvedimento è il primo in discussione nel Continente e in Italia non è prevista la possibilità di assentarsi dal lavoro a causa del ciclo mestruale. Una proposta sul tema era stata avanza nel 2016 dalle deputate del Pd Romina Mura, Daniela Sbrollini, Maria Iacono e Simonetta Rubinato alla Camera dei Deputati, ma il testo si era fermato in Commissione e non è mai arrivato a una votazione.

I DATI NEL NOSTRO PAESE

Stando a quando riporta il Ministero della Salute, in Italia solo le donne che soffrono di endometriosi e hanno quindi dolori particolarmente forti a causa delle mestruazioni. Si parla di addirittura 3 milioni di persone comprese tra i 25 e i 35 anni.