Vasco Rossi a Trento: al concerto anche i genitori di Alba Chiara, uccisa dal fidanzato

Al concerto di Vasco Rossi alla Trentino Music Arena presenti anche i genitori di Alba Chiara Baroni, ammazzata cinque anni fa dal fidanzato.

Proprio oggi sarebbe stato il compleanno della ragazza, chiamata così proprio in onore della celebre ballata di Vasco.

Aveva 22 anni Alba Chiara Baroni quando il fidanzato Mattia Stanga la uccise, prima di togliersi la vita. Oggi ne avrebbe fatti 27. Un nome, Alba Chiara, che le avevano dato i suoi genitori, appassionati fan di Vasco Rossi. A sceglierlo è stato papà Massimo. Proprio in omaggio al rocker di Zocca e alla sua celeberrima canzone.

Erano presenti anche loro ieri al concerto di Vasco alla Trentino Music Arena. Invitati a prendere parte al soundcheck del concerto dall’assessore provinciale al Turismo Roberto Failoni. In ricordo della figlia uccisa. E stasera ci sarà il bis. Il loro desiderio è far conoscere al cantante la loro Alba Chiara. È per questo, dice mamma Loredana a Repubblica, che “ho portato con me il catalogo della mostra allestita a Trento con i dipinti di Alba Chiara e il libro di poesie a lei dedicate”.

Dopo la tragica scomparsa della figlia i due coniugi hanno portato avanti una costante campagna contro il femminicidio. Era il 31 luglio del 2017 quando Alba Chiara fu ammazzata con quattro pistolettate dal suo ragazzo, Mattia Stanga, poi suicidatosi. Da quel giorno i suoi genitori, Massimo e Loredana, portano avanti la loro testimonianza contro la violenza nei rapporti di coppia: “Portiamo ovunque il pensiero che l’amore non è possesso ma rispetto”. È questo il concetto che i due coniugi vorrebbero “che passasse anche attraverso le parole che vengono espresse nel mondo della musica, nelle canzoni: è un messaggio che anche i cantanti dovrebbero trasmettere”.

I biglietti del concerto, un regalo dell’altra figlia per ricordare Alba Chiara

Loredana Magnoni, la mamma di Alba Chiara, durante la messa a Riva del Garda per i tre anni della morte della figlia – Meteoweek

Indossano, tutti e due, una maglietta col viso sorridente della figlia. E stasera a Trento canteranno insieme a altri 120 mila fan del rocker romagnolo la loro canzone preferita, Albachiara. Ad aprire il concerto sarà anche un compagno di classe delle medie della figlia Alba Chiara, Tommaso Straffelini. È il bassista dei Toolbar, il gruppo che oggi aprirà il live.

“Abbiamo colto la proposta di alcuni cittadini, che hanno evidenziato la passione dei genitori di Alba Chiara per Vasco e così li abbiamo invitati al soundcheck – comunica l’assessore Failoni – si tratta di un importante segnale di vicinanza e di attenzione di fronte a vicende drammatiche che hanno coinvolto alcuni nostri concittadini”.

I biglietti del concerto, racconta Loredana, sono un regalo dell’altra figlia, Aurora. Una sorpresa nel giorno del compleanno della sorella. “Non credo nelle coincidenze – confessa Loredana – ma è un bellissimo evento che ci coinvolge molto, anche se non sarà facile ricordare il compleanno, come ogni 20 maggio negli ultimi cinque anni. Sappiamo però che Alba Chiara ci è vicina”.