Arrestata famiglia di spacciatori: mamma, nonna e nipote in manette. Sequestrato oltre 1 kg di droga

Arrestata famiglia di spacciatori: mamma, nonna e nipote in manette. Sequestrato oltre 1 kg di droga, così come i 14.000 euro ricavati dal traffico illecito. 

Smantellato un produttivo business criminale nella Capitale. Fondamentale l’intervento delle forze dell’ordine, che hanno scoperto e sgominato un’intera famiglia di spacciatori romani. Secondo quanto si apprende dalle fonti, i carabinieri di Ostia avrebbero sequestrato 1,1 chili di hashish e 14mila euro in contanti da un’abitazione privata adibita letteralmente a centrale di spaccio.

roma, arrestata famiglia di spacciatori mamma, nonna e nipote in manette  - meteoweek 20220607
Roma, arrestata famiglia di spacciatori: mamma, nonna e nipote in manette (foto di repertorio) – meteoweek.com

A finire in manette un ragazzo di 19 anni, la madre di 43 anni e la nonna di 73 anni. Colti in flagranza di reato, sono tutti gravemente indiziati del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Figlio 19enne spaccia insieme alla mamma e alla nonna: arrestati

Secondo quanto si apprende, il blitz sarebbe avvenuto nei giorni scorsi. I carabinieri della compagnia di Roma Ostia hanno portato a termine un grande intervento repressivo antidroga nel quartiere di Acilia, e a finire in manette sarebbe stata un’intera famiglia, dedita agli illeciti. I militari hanno arrestato un ragazzo di 19 anni, sul quale già gravano diversi altri precedenti, una donna di 43 anni (la madre del giovane) e un’anziana signora di 73 anni (la nonna).

I tre sarebbero stati colti in flagranza di reato, e sono al momento gravemente indiziati del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Secondo quanto è stato accertato durante le indagini e i controlli dei carabinieri, infatti, avrebbero usato la loro stessa abitazione come piazza di spaccio. Nello specifico, i militari avrebbero ritrovato nell’alloggio oltre 1,1 kg di hashish, in parte suddivisa in cilindri da 100 gr l’uno e in parte già suddivisa in dosi pronte alla vendita. Il ricco bottino era stato opportunamente occultato all’interno di un ripostiglio ad uso comune dell’abitazione.

Oltre alla droga, però, i militari hanno poi scoperto anche circa 14.000 euro in contanti, nascosti invece nella camera da letto usata dalle due donne – soltanto una piccola quantità è stata ritrovata in parte nel ripostiglio, in parte nella camera da letto del ragazzo. A finire sotto sequestro, inoltre, sono stati anche gli “attrezzi del mestiere”. Portato via infatti il materiale utile per il confezionamento e preparazione delle dosi, così come anche i bilancini di precisione e diversi strumenti per il taglio delle sostanze stupefacenti.

Secondo quanto viene riportato, giunto l’esito del giudizio di convalida del Tribunale di Roma, sono state già disposte le misure cautelari per tutti e tre gli spacciatori. Si alla madre del ragazzo che al 19enne è stata applicata la custodia cautelare in carcere, mentre alla signora di 73 anni sono stati disposti gli arresti domiciliari.