Il trucco di Putin: si fa aiutare da Cina ed India e rende inutili le sanzioni, ecco come

La guerra in Ucraina è una grave tragedia per il paese aggredito dalla Russia di Putin, ma allo stesso tempo sta sconvolgendo gli equilibri mondiali.

L’occidente per rispondere alla Russia senza scendere direttamente sul campo bellico e scatenare così la terza guerra mondiale, sta usando lo strumento delle sanzioni.

Pixabay

Tuttavia queste sanzioni rischiano di essere molto meno efficaci del previsto. Le sanzioni occidentali teoricamente avrebbero dovuto mettere in ginocchio la Russia, ma come vedremo il paese guidato da Putin si sta difendendo molto meglio del previsto.

Rublo fortissimo

Innanzitutto il rublo è fortissimo. La valuta russa avrebbe dovuto colare letteralmente a picco con le sanzioni, ma la Banca Centrale russa è riuscita a tenerla altissima.

Pixabay

Anzi il rublo oggi è a valori che non toccava da tanto tempo. Questo prodigio è riuscito a Putin con un controllo molto stretto sulla valuta e costringendo i paesi europei a pagare il gas in rubli. Ma c’è un altro stratagemma con il quale la Russia riesce ad approvvigionarsi di tanto danaro fresco da Cina e India. Grazie al fiume di soldi che sta rastrellando da Cina ed India la Russia si mantiene in piedi ed evita il default. Vediamo che cosa sta facendo.

L’arma del petrolio

La Russia oltre essere un grande produttore di tante materie prime è anche un grande produttore di petrolio. Il paese di Putin ha stretto un accordo con Cina ed India alle quali sta vendendo il petrolio con uno sconto fortissimo: 30 dollari al barile in meno rispetto ai prezzi internazionali. Facendo così la Russia sta guarda guadagnando tantissimi soldi da Cina e India che in passato invece avevano acquistato ben poco del petrolio russo. Dunque mantenendo alta la sua valuta e vendendo petrolio in quantità mai viste prima grazie allo sconto, la Russia di Putin è molto più in salute di quanto l’Occidente non si aspettasse. Teoricamente l’occidente potrebbe varare sanzioni anche contro la Cina e l’India che stanno aiutando la Russia ma questa via appare troppo poco difficoltosa e concretamente non praticabile.

Putin più forte del previsto

La grande risorsa di Putin sono le materie prime delle quali la Russia è ricchissima. Ma è proprio dal blocco di queste materie prime che viene una grave minaccia all’Europa. Infatti con la stretta sul grano Putin può scatenare ondate migratorie senza precedenti dall’Africa sempre più affamata.