Putin ci taglia il gas: Gazprom dimezza le forniture all’Italia

Gazprom ha informato Eni che fornirà soltanto il 50% delle 63 milioni di metri cubi richiesti.

Continua la guerra del gas. Mosca continua a tagliare le forniture al nostro paese.

Mosca dimezza le forniture di gas all’Italia. “A fronte di una richiesta giornaliera di gas da parte di Eni pari a circa 63 milioni di metri cubi, Gazprom ha comunicato che fornirà solo il 50% di quanto richiesto (con quantità effettive consegnate pressoché invariate rispetto ieri)”. Lo ha comunica Eni.

Apertura in calo per il prezzo del gas in Europa, dopo che nella giornata di ieri i future sul gas al Ttf avevano superato i 150 euro per megawattora, un livello a cui non si assisteva dai primi di marzo e un rialzo superiore al 45% rispetto alla settimana scorsa. I future calano dell’1,10% a 123 euro per megawattora. Gazprom ha tagliato del 60% le forniture di gas alla Germania attraverso il gasdotto Nord Stream, aggiungendo una riduzione dei flussi di gas verso il nostro paese.

Esplosione in un impianto di esportazione Gnl in Texas

I mercati erano già in fibrillazione per il calo della capacità Usa di esportare gas in Europa dopo l’esplosione in un importante terminal di esportazione in Texas. A inizio settimana Freeport Lng ha reso noto che l’impianto tornerà a operare a pieno regime solo entro la fine dell’anno. Il 68% circa del Gnl prodotto da Freeport LNG viene mandato nel Regno Unito e nell’Unione europea, e l’impianto costituisce quasi il 17% della capacità di liquefazione degli Usa.