Agguato nella notte, 47enne incensurato gravemente ferito da una raffica di colpi

Agguato a Cetraro: un 47enne incensurato rimane gravemente ferito dopo essere stato raggiunto da una raffica di colpi di arma da fuoco. Gravi le sue condizioni. 

Agguato “con lo scopo di uccidere”, quello avvenuto nella serata di ieri a Cetraro, in provincia di Cosenza. A rimanere coinvolto un uomo di 47 anni, rimasto ferito da diversi colpi di arma da fuoco. Ancora non identificato il responsabile (o i responsabili) che ha premuto il grilletto.

agguato a Cetraro -  meteoweek 20220621
agguato a Cetraro, 47enne raggiunto da una raffica di colpi di arma da fuoco (foto di repertorio) – meteoweek.com

Secondo quanto viene riportato dai media locali, l’uomo sarebbe il proprietario di una palestra a Guardia Piemontese (Cosenza). Al momento dell’agguato si trovava a bordo della sua auto, e sarebbe stato raggiunto da almeno due proiettili alla schiena. Il 47enne, gravemente ferito, è stato immediatamente soccorso e trasportato con urgenza presso l’ospedale di Cosenza, dove si trova attualmente in prognosi riservata. Avviate tempestivamente le indagini, sul caso stanno ora indagando i carabinieri.

Agguato a colpi d’arma da fuoco, ferito 47enne di Cetraro

Come spiegano i quotidiani locali, i carabinieri stanno ora indagando sul caso come tentato omicidio. I fatti risalgono alla tarda serata di ieri, lunedì 20 giungo. Sarebbe stato intorno alle ore 23 che G.P. 47enne incensurato di Cetraro, titolare di una palestra a Guardia Piemontese, sarebbe stato colpito da diversi proiettili.

Due colpi di arma da fuoco lo avrebbero raggiunto alla schiena, mentre si trovava a bordo della sua auto, un’Alfa Romeo 156. L’uomo stava tornando presso la sua abitazione di Cetraro, quando un’altra auto avrebbe raggiunto il mezzo in cui viaggiava G.P. e avrebbe fatto fuoco – riportano i quotidiani locali – da un fucile mitragliatore. Una “raffica di proiettili”, sparata “per uccidere”.

Nonostante sia rimasto seriamente ferito, il 47enne trova comunque la forza e il modo di chiamare i soccorsi. Prende il cellulare e lancia la chiamata, e nel giro di poco viene raggiunto e soccorso dai sanitari del 118. Date le sue condizioni, l’uomo viene viene subito trasportato e ricoverato presso l’ospedale di Cetraro. Nella notte, poi, viene trasferito presso l’ospedale all’Annunziata di Cosenza, nel reparto di Rianimazione. Sono gravi le sue condizioni: al momento i medici hanno parlato di prognosi riservata.

Alla luce di quanto accaduto, i carabinieri hanno avviato le indagini. Sempre secondo quanto si apprende dalle fonti locali, pare che l’uomo non abbia precedenti con la giustizia, e non sia un frequentatore di ambienti a rischio. Alcuni media, tuttavia, spiegano che nel 2004 lavorava come gestore di una pompa di benzina, sempre nel cetrarese; un distributore, questo, che venne assaltato da due rapinatori – uno dei quali, però, venne ucciso in concomitanza dell’assalto.