Ucraina, morto secondo contractor americano in combattimento

Muore in Ucraina un altro mercenario americano. Il miliziano è morto a metà maggio. È il secondo contractor Usa ucciso nel conflitto. 

Era andato in Ucraina per combattere contro l’invasione russa cominciata il 24 febbraio.

Stephen D. Zabielski, il secondo contractor americano caduto in Ucraina – Meteoweek

Stephen D. Zabielski. È il nome del secondo contractor americano morto sul suolo ucraino. Zabielski, 52 anni, è stato ucciso il 15 maggio nei violenti scontri in Ucraina. Lo comunica un necrologio apparso sul giornale The Recorder. Prima di lui era caduto un altro foreign figher statunitense, il 22enne Willy Joseph Cancel, veterano dei Marines.

Il Dipartimento di Stato è in contatto con la famiglia del veterano. La conferma è giunta attraverso un funzionario americano menzionato dal Washington Post. Sul caso non ha fornito dettagli per “rispetto della famiglia in questo momento difficile”.

Combatteva per Kiev nell’unità “Wolverines”

L’unità Wolverines. Stephen D. “Steve” Zabielski è il quarto in basso da sinistra – Meteoweek

Le notizie sulla morte di “Steve” Zabilelski, originario di New York, hanno cominciato a circolare dopo che la rivista Rolling Stone, sulla base di diverse fonti che conoscevano le circostanze dell’uccisione di Zabielski, aveva scritto lunedì che un “veterano” era stato ucciso dall’esplosione di una mina nell’Ucraina sudorientale.

Zabilelski faceva parte di una unità di volontari occidentali, accorpata all’esercito ucraino, chiamata “pattuglia Wolverines”.