Ciclista muore a 33 anni investito da volante della polizia

Il sinistro è occorso in corso Regina Margherita. A perdere la vita, l’artista e designer, Francesco Angelo Convertini

Francesco Angelo Convertini, 33 anni, pugliese di origine, ma stabilitosi a Torino da un po’ di tempo, è morto nella serata di ieri, 22 giugno, travolto letalmente da una volante della polizia.

Francesco Angelo Convertini-meteoweek.com

L’uomo stava passando in corso Regina Margherita sul passaggio ciclopedonale, quando l’auto della polizia lo ha investito. Si è trattato di uno scontro violento e il 33enne non ha avuto scampo, tant’è che è praticamente deceduto sul colpo.

Convertini era un’artista e designer che aveva frequentato la facoltà di ingegneria al Politecnico di Bari e Torino. A Torino era gestore del laboratorio “Quattrocì”, il cui mantra è «costruisco la tua idea, qualunque essa sia». Progetti e installazioni di Convertini sono state mostrate a Paratissima e «ARTiglieria», nel cortile Cavallerizza.

Il sinistro si è verificato ieri sera verso le ore 20:30 e sembra che il ciclista stesse giungendo dai Giardini Reali mentre la volante della polizia si stava recando verso Porta Palazzo. Nella volante, oltre ai due poliziotti, un uomo fermato per un controllo. Gli agenti stavano tornando dal servizio tenendo i lampeggianti accesi, ma pare che la sirena fosse spenta.

A occuparsi del caso la polizia municipale, che sta cercando di ricostruire la dinamica del sinistro, e che appurerà se il semaforo di corso Regina stesse funzionando quando è avvenuto l’incidente. I primi a soccorrere l’uomo sono stati i poliziotti, facendogli un massaggio cardiaco, poi sono arrivati i soccorritori del 118. Purtroppo, però, per l’uomo non c’è stato nulla da fare.