Per le casalinghe arriva il bonus ed un’opportunità concreta di trovare un lavoro

Arrivano degli aiuti per le casalinghe italiane. La questione delle casalinghe e dei casalinghi nel nostro paese è una questione antica e complessa.

Infatti nonostante le casalinghe e casalinghi italiani facciano un lavoro duro ed usurante non è stata mai riconosciuta loro la possibilità di avere uno stipendio.

Pixabay

Quindi la casalinga italiana svolge per tutta la vita un lavoro molto complesso e anche fondamentale senza ricevere uno stipendio e quindi di conseguenza senza vedersi riconosciuta la vera possibilità di avere lo status di un lavoratore come tutti gli altri.

Bonus e lavoro per una categoria che avrebbe diritto allo stipendio

Questo è profondamente ingiusto e sarebbe molto civile che lo Stato Italiano erogasse alle casalinghe o ai casalinghi uno stipendio anche minimo a riconoscimento del loro fondamentale contributo alla società.

Pixabay

Tuttavia adesso c’è un bonus di 500 euro, pensato proprio per le casalinghe e per i casalinghi. Questo bonus da 500€ è spendibile per l’acquisto di corsi focalizzati proprio sull’acquisizione di competenze per lo svolgimento delle nuove professioni digitali. Questi corsi sono dei corsi online pensati proprio per le casalinghe e che si possono fruire comodamente da casa.

Competenze certificate

Lo scopo di questi corsi online è quello di offrire delle competenze certificate per quello che riguarda l’ e-commerce ma anche la gestione dei social network e dei nuovi media legati ad internet. Si tratta di competenze digitali molto preziose che possono aiutare la casalinga a trovare una collocazione nel mondo del lavoro. Dunque lo scopo di questo bonus di 500 euro non è tanto quello di erogare una cifra alla casalinga ma di offrirle la possibilità di inserirsi nella parte più dinamica e più moderna del mondo del lavoro vale a dire quella legata alle nuove tecnologie.

Una speranza per le casalinghe

Tuttavia la speranza per tante casalinghe italiane è che possano partire anche in Italia dei progetti pilota legati al reddito di base universale. Infatti sempre più spesso in Europa si sta parlando di creare un reddito minimo per tutti. Se dovesse partire il reddito di base universale anche per le casalinghe e per i casalinghi ci sarebbero opportunità di avere un reddito minimo garantito. Ovviamente la misura del reddito di base universale è una misura dall’attuazione molto complessa e non è assolutamente scontato che possa effettivamente partire.