Doppia chance in difesa per il Napoli: Spalletti spera, ma c’è un ostacolo

Non è destinata a concludersi a breve la telenovela per la porta del Napoli che sta infiammando questi ultimi giorni di mercato. Spalletti aspetta e spera che tutto vada a finire per il meglio, ma non sarà facile: ecco perché.

La rivoluzione in casa Napoli ha preso ufficialmente il via in questa sessione di calciomercato: via i senatori e dentro giocatori freschi che Aurelio De Laurentiis spera possano contribuire a scrivere la storia del club.

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli (credit: Ansa)
Luciano Spalletti, allenatore del Napoli (credit: Ansa)

È stata un’estate folle quella che i tifosi del Napoli hanno dovuto passare dopo il terzo posto raggiunto in campionato nella scorsa annata. Gli azzurri, nel primo anno di Spalletti in panchina, hanno lottato a lungo per il titolo e la sensazione è che bastasse un piccolo sforzo da parte della proprietà per provare a rifarsi in questa nuova stagione. Invece la decisione del presidente De Laurentiis di smantellare lo zoccolo duro della squadra ha creato malumori e polemiche nella tifoseria.

Sono andati via giocatori già affermati e sono arrivate giovani promesse con tutto da dimostrare, e la sensazione è che la rivoluzione non sia finita qui. Alle porte del nuovo campionato sono infatti ancora molte le situazioni in bilico ancora da delineare. La priorità è in questo momento quella di risolvere la questione porta, molto delicata dopo l’addio di Ospina a parametro zero.

L’acquisto di Sirigu dal Genoa, annunciato poche ore fa dal club, va a coprire solamente il ruolo di portiere di riserva. ma non chiarisce la questione relativa al titolare. Meret infatti non ha convinto né lo staff tecnico né i tifosi, per questo motivo la dirigenza è al lavoro per portare a Napoli un numero uno di sicuro affidamento. I problemi però non sono pochi: ecco perché.

Non arrivano buone notizie: quell’aspetto sta frenando la trattativa

Prima di fare all-in sul nuovo portiere il direttore sportivo Giuntoli avrebbe voluto piazzare Meret allo Spezia, ma alla fine i liguri hanno virato su Dragowski lasciando i campani a bocca aperta. Questo intoppo è però nulla in confronto a quello che sta impedendo al Napoli di concludere la trattativa per uno dei due candidati in lizza per il ruolo di titolare: Keylor Navas e Kepa.

Keylor Navas e Kepa, obiettivi del Napoli (credit: Ansa)
Keylor Navas e Kepa, obiettivi del Napoli (credit: Ansa)

Per entrambi il problema è legato all’alto ingaggio percepito e alle commissioni chieste dai procuratori. Mentre per lo spagnolo, nonostante sia il preferito di Spalletti, sembri più difficile aggirare l’ostacolo, per il costaricano c’è qualche speranza in più. Infatti il PSG sta cercando di regalare a Galtier Fabian Ruiz, che per circa 25 milioni di euro potrebbe lasciare la Serie A. I rapporti tra le due società sono ottimi e per questo si potrebbe arrivare a un compromesso che accontenti entrambe le parti nei prossimi giorni.

Tutto però è ancora in divenire: se l’operazione non andasse a buon fine, ecco che allora potrebbe essere data un’ulteriore ma ultima chance a Meret per dimostrare di valere la porta azzurra.