Gasperini nei guai, ora deve rimediare: Percassi ha deciso per lui

Gasperini nei guai e Atalanta più che decisa. La posizione di Percassi è stata netta, ecco adesso cosa spetta al mister per rimediare.

Abbiamo spesso sottolineato in questi anni come gli orobici abbiano rappresentato una delle realtà più belle da raccontare della nostra Serie A. Basti pensare all’evoluzione di un club approdato in Europa dopo tante stagioni passate tra metà classifica e zona destra di quest’ultima. A ciò si aggiunga anche la grande esplosione dei talenti nonché le capacità dirigenziali di puntare sugli elementi giusti per crescere ancor di più.

Gasperini - Atalanta
Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta [credit: ANSA] – Meteoweek
Ogni storia bella è però destinata a terminare e in questi ultimi mesi diversi incastri sembrano pian piano aver depauperato quella splendida Dea che tanto aveva intimorito ma anche affascinato la Serie A e non solo. Lo scorso anno abbiamo assistito ad un campionato sottotono da parte degli uomini di Gasperini, rei di aver sciupato troppe chance, soprattutto in casa. Questo si è alla fine concretizzato nel mancato arrivo in Europa, imputabile anche ad una lunga serie di imprevisti abbattutisi in casa neroazzurra.

Basti pensare all’infortunio di Zapata ma anche alla spiacevole situazione Ilicic, qualche giorno fa protagonista del saluto ad una Bergamo che ha dato lui tanto, ricevendo non meno dalle capacità calcistiche dell’ex Palermo e Fiorentina. La frattura sembrava poter essere ancora più forte fino a qualche mese fa quando, al netto delle diverse uscite previste, si parlava anche di possibile addio di Gasperini.

Gasperini nei guai e Percassi deciso: adesso bisogna rimediare

Proprio per il grande rispetto da parte della famiglia Percassi per quanto da lui fatto fin qui e in nome dei tanti alibi di cui si sarebbe potuto avvalere, il mister è alla fine rimasto. Oltre che a dover adesso ripagare nuovamente la fiducia e tornare a far bene, Giampiero è atteso però anche da un altro incarico non semplice.

Il dover cioè risanare il rapporto con Ruslan Malinovskyi, centrocampista ucraino accostato negli ultimissimi giorni di mercato al Marsiglia e al Tottenham. Dal possibile approdo alla corte di Conte allo scambio con l’ex Roma Under. Si è detto e scritto tanto ma Ruslan è alla fine rimasto. La palla passa adesso a Gasperini, chiamato a ricucire un rapporto incrinatosi e non risoltosi nell’uscita del calciatore per l’ingerenza di Luca Percassi.

Il centrocampista Malinovskyi con il presidente Percassi (Credit Foto Ansa)
Il centrocampista Malinovskyi con il presidente Percassi (Credit Foto Ansa)

Quest’ultimo ha infatti preteso che non venisse svalutato il suo cartellino, ben consapevole dell’importanza che potrebbe ancora avere tra le fila dell’Atalanta. Un compito non facile ma che il Gasp affronterà con la solita professionalità e al fine di togliersi nuove e importanti soddisfazioni.