Zelensky chiede di punire Putin: “Solo la Russia vuole la guerra, sostiene il terrorismo”

Nel suo ultimo discorso all’Assemblea Onu, il presidente ucraino Zelensky chiede di punire Putin per i crimini commessi: “Solo la Russia vuole la guerra, sostiene il terrorismo”.

La Russia deve affrontare una “giusta punizione” per l’invasione dell’Ucraina, ha detto il presidente Volodymyr Zelensky all’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York nella giornata di mercoledì, davanti a leader mondiali. In un video preregistrato, il leader ucraino ha chiesto la creazione di un tribunale di guerra speciale e ha dettagliato i presunti crimini di guerra commessi da Mosca.

Zelensky chiede di punire Putin Solo la Russia vuole la guerra, sostiene il terrorismo - meteoweek.com
Zelensky chiede di punire Putin: “Solo la Russia vuole la guerra, sostiene il terrorismo” – meteoweek.com

Inoltre, ha lanciato all’Onu l’appello a “togliere alla Russia il diritto di veto nel Consiglio di sicurezza”. Questo è quanto compreso nel piano di Zelensky, atto a porre fine alla guerra di quasi sette mesi che sta vedendo tragicamente coinvolte Russia e Ucraina. Un piano di cinque punti che esorta le potenze mondiali a punire il Cremlino e ad aumentare gli aiuti militari a Kiev, nel tentativo di costringere le forze di Mosca a lasciare il Paese invaso il 24 febbraio scorso. Nel frattempo, l’Ue è pronta a un nuovo pacchetto di sanzioni.

“Solo la Russia vuole la guerra, sostiene il terrorismo”

Con Vladimir Putin che ha fatto capire di essere pronto ad arrivare a una guerra chimica e nucleare, nel tentativo di ribaltare le sorti di un conflitto al momento fallimentare per Mosca, risuona forte la parola pronunciata dal presidente ucraino Zelensky nel suo messaggio all’Onu. “Punishment”, ovvero punizione.

La Russia, ha ribadito Zelensky, deve infatti essere punita per il crimine che ha commesso. “Il crimine è stato commesso contro i nostri confini. Il crimine è stato commesso contro le vite del nostro popolo. Punizione per le torture e l’umiliazione di donne e uomini. Punizione per la catastrofica turbolenza che la Russia ha provocato con la sua guerra illegale non solo a noi, ucraini, ma al mondo intero”, ha sottolineato il premier ucraino.

Punizioni contro il Cremlino, che ha “rubato il territorio” e ha “ucciso migliaia di persone”, mostrandosi “sostenitore del terrorismo su tutti i livelli“. “L’Ucraina vuole la pace, l’Europa vuole la pace, il mondo vuole la pace, e abbiamo visto chi è l’unico a volere la guerra”, ha detto, senza menzionare il presidente russo Vladimir Putin. “C’è solo un’entità tra tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite che direbbe ora, se potesse interrompere il mio discorso, che è felice di questa guerra, della sua guerra. Non lasceremo che quell’entità prevalga su di noi“, hai poi proseguito. Incalzando, ancora: “L’esportazione di gas e petrolio ha finanziato la guerra. Dobbiamo limitare i prezzi per proteggere il mondo”.