La Juventus si riunisce: deciso il futuro del club e di Allegri, i tifosi iniziano a preoccuparsi

La dirigenza della Juve si è riunita nel consiglio di amministrazione per parlare del futuro del club. Il tema Allegri divide, ma ormai è definito e le notizie che stanno trapelando nelle ultime ore fanno tremare i tifosi.

Tutte le componenti bianconere hanno valutato la situazione attuale della società. Il bilancio è negativo, ma c’è un piano per il futuro. Intanto, l’allenatore continua a far discutere.

Juve
M. Arrivabene, P. Nedved, A. Agnelli e F. Cherubini (credit: ANSA) 25092022 meteoweek.com

La Juve sta attraversando uno dei momenti più delicati della sua storia recente. I bianconeri, indicati come una delle squadre favorite per la vittoria dello scudetto, hanno avuto un avvio in netta salita. La squadra di Allegri ha vinto solo due partite fino ad ora (contro Sassuolo e Spezia) ed è reduce da due sconfitte pesanti contro Benfica e Monza.
La tifoseria ha dimostrato di star perdendo la pazienza e ha contestato giocatori, allenatore e società. In particolare, la Curva Sud ha rilasciato un comunicato in cui ha criticato pesantemente il capitano Bonucci: la situazione è molto tesa.
Nel frattempo, durante la sosta, il consiglio di amministrazione ha valutato lo scenario attuale e ha indicato la strada per il futuro.

Juve, si pensa al futuro: dal bilancio in rosso ad Allegri, ecco cosa è emerso

Il consiglio di amministrazione della Juve ha approvato una perdita a bilancio di circa €254 milioni con ricavi pari a €443 milioni.
Queste cifre rispecchiano le recenti difficoltà del club bianconero e sono inevitabilmente influenzate dalla pandemia. Ad ogni modo, il CdA è ottimista per il futuro del club ed il piano per risollevare i conti è già stato revisionato ed approvato. Questo passivo (il quinto consecutivo, nonché il più pesante) era stato messo in conto: si tratta del prezzo da pagare per ripartire ed eliminare certi errori del passato.

In molti si aspettavano novità anche dal lato gestionale della squadra e, in particolare, alla questione allenatore. L’AD Maurizio Arrivabene, prima della sfida con il Monza, ha dichiarato che l’esonero sarebbe stata follia. La Juve, per ora, crede in Allegri e ritiene giusto continuare anche con lui, ma in ogni caso sarebbe finanziariamente difficile pensare ad una separazione.

Allegri - Juventus
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus (credit: ANSA) 25092022 meteoweek.com

L’allenatore livornese, infatti, percepisce un ingaggio di circa €9 milioni annui fra parte fissa e bonus. Quella in corso è la sua seconda stagione sulla panchina bianconera, ma da contratto gliene restano altre due. Di conseguenza, la Juve non potrebbe permettersi un esonero a queste condizioni.

Forse anche per questo motivo non si è parlato di Allegri durante il consiglio di amministrazione. Il lato sportivo non è stato trattato, ma si è concordato sul fatto che la qualificazione alla prossima Champions League sia un obbligo: non centrarla rappresenterebbe un danno economico a causa dei mancati introiti.