Serie A: alla Juve il big match contro la Roma, torna a vincere anche il Milan

Nella diciottesima giornata di Serie A trova la vittoria l’Atalanta del Gasp, bottino pieno in zona salvezza per Udinese e Salernitana, Cagliari ed Empoli, invece, non si fanno male.

Si chiude il 2023 di Serie A con le vittorie interne di Milan, Atalanta, Juventus e Udinese. Pareggio nello scontro in coda tra Cagliari ed Empoli; importantissima vittoria esterna della Salernitana sul campo dell’Hellas Verona.

Lucca Udinese
Lorenzo Lucca ha contribuito al successo dell’Udinese con un gol [credit: LaPresse] – meteoweek.com
Con il successo interno contro la Roma la Juve di Allegri accorcia il gap dall’Inter capolista e si riporta a -2 dai nerazzurri.

Allegri batte Mourinho: Rabiot decide il big match dello Stadium

Juventus-Roma 1-0

La squadra giallorossa parte meglio dei padroni di casa e dopo 4 minuti coglie il palo con Cristante. La Juve ci prova con Vlahovic e Yildiz, ma è ancora la Roma a sfiorare il gol del vantaggio poco dopo la mezz’ora con Dybala. Al 43′ occasionissima per la Vecchia Signora con Kostic che batte Rui Patricio ma trova N’Dicka a negargli la gioia del gol quasi sulla linea.

La squadra di Allegri parte forte nella ripresa e dopo due minuti la sblocca: Kostic si appoggia a Vlahovic che con il tacco pesca l’inserimento di Rabiot bravo a freddare Rui Patricio in uscita.

Rabiot Juventus
Adrien Rabiot ha deciso il big match tra Juventus e Roma [credit: LaPresse] – meteoweek.com
La Roma prova a reagire con Dybala che trova un attento Szczesny. Nel finale la Juve ha l’opportunità di raddoppiare, ma il risultato non cambia più: bianconeri a -2 dall’Inter.

Assalto alla zona Champions: 3 punti per Atalanta e Milan

Atalanta-Lecce 1-0

L’Atalanta di Gian Piero Gasperini supera il Lecce nel lunch match del Gewiss Stadium. Gli orobici si rendono subito pericolosi con Scamacca che trova il palo esterno da posizione defilata. I salentini rispondono con Kaba che trova un attento Carnesecchi.

La prima occasione della ripresa è per il Lecce con Krstovic che di testa non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Al 58′ Pasalic centra la traversa, ma è solo il preludio del gol che arriva un minuto dopo con Lookman che con un destro fuori area supera Falcone. Nel finale il Lecce ci prova con Piccoli e Oudin ma trova un grande Carnesecchi a sbarragli la via del gol.

Milan-Sassuolo 1-0

Torna alla vittoria anche il Milan che riesce a superare lo spauracchio Sassuolo a San Siro. Il Milan ci prova subito con i suoi centrocampisti ma i tentativi di Reijnders e Bennacer non trovano la via del gol. Al 33′ si fa vedere Berardi che con il mancino da fuori chiama Maignan alla gran parata.

Nella ripresa il Diavolo la sblocca grazia all’imbucata di Bennacer per Pulisic che controlla e batte Consigli.

Pulisic Milan
Un gol di Christian Pulisic ha portato il Milan alla vittoria contro il Sassuolo [credit: LaPresse] – meteoweek.com
Il Sassuolo prova a rendersi pericoloso ma, dopo un ottimo scambio con Thorstvedt, Laurienté calcia centrale. Per il Milan ci provano Florenzi e Chukwueze senza fortuna. Pioli torna al successo e si porta a +3 sulla Fiorentina.

La bagarre salvezza s’infiamma: punti pesanti per Verona e Udinese, pari tra Empoli e Cagliari

Udinese-Bologna 3-0

Rotondo successo dell’Udinese di Cioffi che riporta sulla terra il sorprendente Bologna guidato da Thiago Motta. I friulani si mostrano subito propositivi e dopo un paio di occasioni la sbloccano con Pereyra che sfrutta una respinta corta di Skorupski.

Nella ripresa i bianconeri dilagano. Dopo tre minuti un tiro fuori misura di Lovric diventa un assist per Lucca che, a tu per tu con Skorupski, firma il 2-0. Al settimo l’Udinese la chiude: Beukema respinge un cross di Ebosele sui piedi dell’accorrente Payero che al volo fa 3-0. Nel finale il Bologna prova a rendere meno passivo il pesante senza successo, l’Udinese trionfa e porta a casa un’ottima vittoria.

Cagliari-Empoli 0-0

Si dividono la posta in palio Ranieri e Andreazzoli nello scontro salvezza tra rossoblu e azzurri. Nella prima frazione entrambe le squadre hanno un’occasione di portarsi in vantaggio con Maldini e Prati.

Il secondo tempo è molto più vivo, specialmente per i padroni di casa che trovano il vantaggio con Viola, successivamente annullato dal VAR per un fallo di Pavoletti su Caprile. Nel finale lo stesso Viola ha l’occasione di portare in vantaggio i suoi ma dagli 11 metri perde il duello contro Caprile e fallisce il calcio di rigore.

Hellas Verona-Salernitana

Torna a respirare la Salernitana che al Bentegodi trova una vittoria cruciale per le proprie aspirazioni di salvezza. La squadra di Inzaghi parte meglio e dopo 19 minuti va vicina al gol con Tchaouna che su assist di Candreva non trova la porta di testa.

Nella ripresa granata letali in contropiede: al 48′ Tchaouna controlla sulla trequarti e con il destro supera in diagonale Montipò.

Tchaouna Salernitana
Con il primo gol in Serie A Loum Tchaouna ha regalato il successo alla Salernitana [credit: LaPresse] – meteoweek.com
I padroni di casa provano a riacciuffarla ma Ngonge prima e Mboula poi non riescono a superare Costil che sigilla la vittoria per la squadra di Inzaghi.
Impostazioni privacy