“Totti e il sesso?” Ilary Blasi racconta l’intimità senza inibizioni

Ilary Blasi, showgirl la cui carriera è sempre all’apice. Mai in ombra del gigante internazionale Francesco Totti, almeno in Italia. Nella prossima stagione televisiva sarà conduttrice di Eurogames, l’ex Giochi senza Frontiere. Stuzzica la bandiera giallorossa Francesco Totti: “Tanto sesso? No, è invecchiato”.

Totti e il sesso? Ilary Blasi racconta senza inibizioni - meteoweek.com
Totti e il sesso? Ilary Blasi racconta senza inibizioni – meteoweek.com

In un’intervista al settimanale di gossip “Chi”, Ilary Blasi, ha raccontato della vita intima e del rapporto con il marito Francesco Totti. Dalle spiagge di Ibiza, ha raccontato: “Avevo detto che Francesco era fissato con il sesso e per fortuna c’erano i ritiri? Adesso sono passati dieci anni, è invecchiato”, così Ilary lascia intendere che il “capitano” abbia appeso gli scarpini al chiodo, anche nello sport più vecchio del mondo. LA coppia è sposata ed unita dal 2005. I figli sono Christian, Chanel e Isabel, e alcuni mesi fa’ si parlava di un quarto figlio in arrivo in casa Totti, ma era un falso allarme.

Totti e il sesso? Ilary Blasi si racconta senza inibizioni e vergogne - meteoweek.com
Totti e il sesso? Ilary Blasi si racconta senza inibizioni e vergogne – meteoweek.com

La Blasi continua: “Noi vita noiosa? Ci sottovalutate. Noi facciamo tutto, dal sacro al profano, altrimenti sai che noia. Certo, non possiamo andare in discoteca a Roma, ma facciamo feste in casa con gli amici, balliamo, ci divertiamo”. Sulla scelta del marito di lasciare definitivamente il club giallorosso, in merito alla conferenza stampa del 17 giugno scorso: “Io sono sempre con lui, qualunque cosa faccia. Ma questa volta è diverso rispetto a quando ha smesso di giocare, adesso penso che il cambiamento faccia bene, lo vedo come un elemento positivo”. La Blasi ha anche chiarito perché ha rifiutato il GFVip 4 e Temptation Island Vip: “Il GFVip era un programma che volevo fare e ci sono riuscita, ma come tutte le cose ha un inizio e una fine. A me piace la parte divertente, mentre mi riesce più difficile quella in cui si parla di cose personali, perché lì non è più un gioco, ma devi andare a scavare a fondo, a volte troppo”.