Home News “Imagine” di John Lennon compie 48 anni | L’incontro con Yoko Ono

“Imagine” di John Lennon compie 48 anni | L’incontro con Yoko Ono

CONDIVIDI

Chi non l’ha cantata o ascoltata: Immagine. Un brano strepitoso della voce dei Beatles ma da solista. Questa canzone fa parte del secondo album di John Lennon

“Imagine” di John Lennon compie 48 anni | L’incontro con Yoko Ono – meteoweek.com

La canzone Imagine fu incisa nello studio casalingo di Lennon a Tittenhurst Park, Ascot, in Inghilterra, nel maggio 1971. È una canzone simbolo che ha accompagnato e accompagna generazioni da sempre. Sono tantissimi gli artisti ad averla reinterpretata: Madonna, Stevie Wonder, Joan Baez, Lady Gaga, Elton John, Queen, David Bowie, Diana Ross e Avril Lavigne, tra gli altri nomi.

clicca qui –> Vasco Rossi macché vacanza… scappa dalla spiaggia | VIDEO

leggi anche –> Cosa c’è in tv | Claudio Baglioni fa “centro” | Ecco quando |Video

Imagine e il suo significato

“Imagine” di John Lennon compie 48 anni | L’incontro con Yoko Ono – meteoweek.com

È una sorta di Inno questa canzone che molti accostano ad un brano dalla chiave pacifista ma che in realtà come spiegò l’artista stesso invece i contenuti si avvicinano più al Manifesto del partito comunista e non ad un inno alla pace. In altre parole Imagine rappresenta un brano “anti-religioso, anti-nazionalista, anti-convenzionale e anti-capitalista. In sintesi, come spiegò la co-autrice Yoko Ono il suo messaggio si poteva sintetizzare in “siamo tutti un solo mondo, un solo paese, un solo popolo”. Ecco il testo:

Imagine there’s no heaven
It’s easy if you try
No hell below us
Above us only sky
Imagine all the people living for today
Imagine there’s no countries
It isn’t hard to do
Nothing to kill or die for
And no religion too
Imagine all the people living life in peace, you
You may say I’m a dreamer
But I’m not the only one
I hope some day you’ll join us
And the world will be as one
Imagine no possessions
I wonder if you can
No need

L’incontro con Yoko Ono

Il loro incontro, avvenuto nel 1966, si rivelò un vero “colpo di fulmine” tra le mura di una galleria d’arte londinese, proprio quando John era arrivato quasi alla rottura con la moglie Cynthia. Tra i due nacque subito un’intesa che si trasformo da conviventi a sposati. Yoko Ono, artista giapponese di famiglia benestante per molto tempo fu ritenuta la causa della rottura di Lennon con il gruppo. E non solo: anche avida vedova sfruttatrice dell’eredità del cantautore, il cui sogno fu infranto da cinque spari che l’8 dicembre 1980, a New York, esplose su di lui un giovane squilibrato: Mark Chapman.

Serena Marotta