Squinzi, dopo un mese muore anche sua moglie Adriana: “Ora possono riposare insieme”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:50

Morta la moglie di Giorgio Squinzi, Adriana Spazzoli si è spenta dopo poco più di un mese dal decesso del patron della Mapei.

moglie giorgio squinzi
Giorgio Squinzi e Adriana Spazzoli

Si è spenta oggi, a poco più di un mese e mezzo di distanza dal marito Giorgio Squinzi, Adriana Spazzoli. La donna, da tempo malata, aveva 71 anni. Dopo l’addio al marito, le sue condizioni di salute erano peggiorare ulteriormente. Originaria di Forlì, si era sposata con Squinzi nel 1970 alla Pieve di Polenta nel comune di Bertinoro.

I due hanno avuto due figli, Marco e Veronica, da tempo già impegnati nella Mapei, l’azienda di famiglia. E proprio questa mattina, tramite i propri canali social, la Mapei ha dato la triste notizia. “La dottoressa Adriana Spazzoli – si legge su Twitterè tornata al fianco del dottor Giorgio Squinzi. Non smetteremo di “pedalare” anche per lei, che insieme al marito ha guidato Mapei SpA e ognuno di noi con carisma, competenza, rigore, passione e umanità. Che riposino in pace, insieme“.

Adriana Spazzoli, morta la moglie di Giorgio Squinzi

Giorgio Squinzi e sua moglie Adriana

Sono romagnola, impulsiva, creativa, ho capacità di dialogare e di ascoltare, però mi adatto anche alle situazioni“. Diceva questo di sé Adriana Spazzoli, che lavorava sempre nell’azienda di famiglia, la Mapei, per quanto riguarda la parte strategica e dei nuovi mercati.

Leggi anche —> Rinchiudeva per ore i bambini in bagno, arrestata maestra d’asilo a Perugia

Chi era Adriana Spazzoli

Adriana Spazzoli
Adriana Spazzoli

Nell’edilizia le donne sono più sensibili a questi problemi. La nostra è un’azienda chimica e siamo ben consapevoli delle problematiche che può incontrare sul mercato“. Ha dedicato tutta la sua vita alla famiglia costruita con Giorgio Squinzi, che è morto il 2 ottobre scorso a 76 anni.

Ex Presidente di Confindustria per 12 anni, è stato vicepresidente degli industriali con delega alla ricerca e all’innovazione ed era anche presidente della squadra di calcio del Sassuolo. A capo anche di Mapei, secondo molti, è stato proprio lui a rivoluzionare il mondo delle ciclismo in Italia. La sua azienda ha infatti sponsorizzato per dieci anni la squadra professionistica Mapei-Quick Step, con la quale ha vinto molto, lanciando atleti quali Bettini e Ballerini.

Leggi anche —> Incendio a Milano, a fuoco un sottotetto in zona Navigli: ci sono due morti

Per restare sempre aggiornati, rimanete connessi con MeteoWeek