Ex Ilva, Mittal: “Positivo incontro con il Governo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:12

La multinazionale dell’acciaio si dice soddisfatta dopo il vertice tenuto con il presidente del Consiglio Conte ed altri membri dell’esecutivo

Il premier Giuseppe Conte

Proseguono incessanti le discussioni sugli impianti dell’ex Ilva alla ricerca di un accordo definitivo. Nella giornata di ieri, si è tenuto un incontro tra Mittal e il premier Giuseppe Conte, accompagnato da altri membri del governo, con l’obiettivo di fare il punto della situazione e trovare quelle misure sociali necessarie sostenute anche dalle organizzazioni sindacali.

Leggi anche >> Maltempo, il Governatore della Liguria: “Non uscite di casa, rischiate la vita”

“AM Investco – si legge nella nota divulgata oggi – conferma che l’incontro avvenuto con il presidente del Consiglio Conte, programmato per discutere di possibili soluzioni per gli impianti ex Ilva, ha dato risposte positive. I confronti proseguiranno auspicando un accordo nel minor tempo possibile”.

Nella giornata di ieri era stato lo stesso premier a rimarcare “l’assenza dello scudo penale all’interno della trattativa”. Sottolineata, al contempo, la necessità di un piano industriale sostenibile che porti Taranto ad essere punto di riferimento nel mondo come polo siderurgico. Partendo, è la linea di Conte, da “soluzioni produttive con tecnologie ecologiche e massimo impegno per il risanamento ambientale”.

In attesa dell’accordo, dunque, i tempi sembrano essere maturi per la fumata bianca o, quantomeno, per scongiurare il default degli impianti. Le dichiarazioni di Mittal rappresentano, secondo il presidente del Consiglio, “un primo passo verso una negoziazione complessa pronta a decollare nei prossimi giorni”, per la quale si era reso necessario il congelamento della battaglia legale. Fattore, questo, che ha avvicinato le parti e ammorbidito la multinazionale dell’acciaio.

Leggi anche >> Ex Ilva: Conte e Mittal, dialogo sul nuovo piano industriale