Maltempo ad Alessandria, guai al Tanaro: la Ferrero sospende la produzione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:05

Maltempo ad Alessandria, problemi con il fiume Tanaro: la Ferrero sospende la produzione. Il Val d’Aosta chiuso un tratto del traforo del Monte Bianco.

maltempo alessandria tanaro

Ad Alessandria la Protezione civile e il Comune hanno disposto la chiusura del ponte sul Bormida dalle 13.45. Il fiume ha superato il livello dei 7.20 metri. A Novi Ligure un albero è caduto su un’auto in corso Marenco, con a bordo madre e figlia, illese e trasportate in ospedale solo a scopo precauzionale. Diverse strade provinciali sono state chiuse per allagamenti. La protezione civile provinciale segnala allagamenti a Spineta Marengo, per l’esondazione del rio Lovassina. Lo stesso rio ha causato anche la chiusura di via Frugarolo, nella frazione alessandrina di Litta Parodi.

I torrenti Orba ed Erro, tra Piemonte e Liguria, hanno già superato i livelli di guardia. Problemi sulla linea ferroviaria Alessandria-Aqui Terme-San Giuseppe di Cairo: dalle 10.30 il traffico è sospeso fra Ponti e Montechiaro per movimento franoso sulla sede ferroviaria. Trenitalia ha messo a disposizione bus sostitutivi. La misura dei centimetri d’acqua cadute nelle ultime 24 ore in provincia di Alessandria sfiora i 15 centimetri. La rete di stazioni meteo di Arpa ha registrato, poco prima delle 12, un totale di 143 millimetri a Ponzone e Bosio, 128 a Fraconalto, in aree già colpite dall’alluvione del 21 e 22 ottobre scorsi.

Leggi anche —> Maltempo: allarme a Genova, esondati due fiumi!

Maltempo ad Alessandria, il fiume Tanaro mette tutti nel panico. La Ferrero sospende la produzione dei dolci

Il fiume Tanaro fa paura e la Ferrero ha deciso di sospendere la produzione dolciaria nello stabilimento di Alba che si trova a poca distanza dal corso d’acqua. Uno stop che dovrebbe valere fino a domani. Sono già state alzate alcune paratie a difesa dell’azienda che, 25 anni fa, venne invasa dall’acqua del fiume, rischiando di compromettere il futuro dell’industria, salvata poi grazie anche all’intervento degli operai, arrivati a ripulire lo stabilimento dal fango. La decisione – che riguarda due turni di produzione – è stata presa d’intesa con l’unità di crisi del comune di Alba.

maltempo alessandria tanaro

È l’ultimo effetto dell’ondata di maltempo che da 36 ore flagella il Piemonte e che ha convinto a diramare l’allarme rosso. Nell’aggiornamento dell’Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale l’allarme per “esondazione di corsi d’acqua, allagamenti anche estesi e frane diffuse” riguarda sia la fascia a sud compresa tra le valli Tanaro (Cuneo), Belbo e Bormida, tra le province di Asti, Alessandria e Cuneo sia un’ampia area a nord le Valli Sesia, Cervo e Chiusella, Orco, Lanzo, bassa valle di Susa e Sangone, nelle province di Biella, Vercelli e Torino. Dalla protezione civile invitano a non muoversi se non è strettamente indispensabile, evitare ponti e zone a ridosso di corsi d’acqua.

Problemi in Valle D’Aosta, chiuso per neve il traforo del Monte Bianco

Notte di disagi anche in Valle D’Aosta, dove è stato chiuso a causa della neve il traforo del Monte Bianco. L’area di stoccaggio dei mezzi pesanti si è in fretta riempita e per questo la protezione civile e la prefettura di Torino hanno disposto il “filtraggio dinamico” dei mezzi pesanti al casello di Ivrea. In mattinata la Sav, la società che gestisce l’autostrada, ha riaperto il tunnel transfrontaliero anche al traffico pesante e perciò sono iniziate le operazioni per liberare l’autoposto di Aosta dai tir. A operazioni terminate, anche l’uscita obbligatoria a Ivrea sarà eliminata.

Leggi anche —> Barca capovolta a Lampedusa, salvate 149 persone | “Ci sono almeno 20 dispersi”

Per restare sempre aggiornati, rimanete connessi con MeteoWeek